Allarme della Società italiana di chirurgia (Sic) per la drammatica riduzione degli interventi che nelle regioni vanno dal 50 all’80%: spesso non è possibile operare neanche i pazienti con tumore perché non si ha la disponibilità del posto di terapia intensiva nel postoperatorio.

“Le Aziende sanitarie sono costrette a destinare ampi spazi di ricovero ai pazienti e le terapie intensive sono in gran parte occupate da pazienti principalmente no vax – spiega la Sic – si assiste all’aggravamento delle patologie tumorali che spesso arrivano tardi in ospedale ormai inoperabili”.



Il direttore del Cotugno: “Stiamo per toccare il picco. Bisogna vaccinarsi. L’80 % dei ricoverati non è vaccinato”

Notizia precedente

Ronaldo al Man United, è già finita? Il portoghese medita l’addio

Notizia Successiva


Commenti

Rispondi


Ti potrebbe interessare..