Il fa dieci vittorie su undici in campionato e torna a guardare tutti dall’alto verso il basso. Azzurri vincenti 1-0 a Salerno nel derby campano: decide , Di Lorenzo il migliore dietro. Faticano e Koulibaly, espulso nel finale: queste le pagelle.

Ospina: 6. Scalda i guantoni una sola volta nel primo tempo, si fa trovare pronto nei minuti finali, momento di maggiore pressione avversaria. Un solo brivido al 96′ in uscita su Simy (ma forse aveva subito fallo).

ADS

Di Lorenzo: 7. Partita esemplare del terzino azzurro, cruciale in fase difensiva e nella spinta in avanti (è lui a mettere in porta dopo 6′). Nella ripresa fa tanto lavoro sporco con alcune chiusure difensive cruciali.

Rrahmani: 6,5. E’ un derby fisico, dove il centrale kosovaro si trova due clienti scomodi in Gondo e quindi Simy. Nel finale si trova senza il compagno di reparto Koulibaly e con Juan Jesus al suo posto, ma poco cambia: il suo lavoro dietro è cruciale per portare a casa i tre punti (e l’ennesima porta inviolata).

Koulibaly: 5. Fino al 77′ fa la sua partita senza il minimo errore, poi la trattenuta su Simy e l’espulsione. Un fallo ingenuo che costringerà gli azzurri a rinunciare a lui per la delicata partita contro il Verona di settimana prossima.

Mario Rui: 6,5. Una buona partita del portoghese, bravo anche a comprendere le difficoltà dell’attacco provando a dare una mano. Va vicino due volte al gol con conclusioni da fuori, una volta nel primo tempo e quindi nel finale.

Anguissa: 6. Alti e bassi per il centrocampista, che alterna momenti di buon calcio a qualche disattenzione di troppo. Cresce nei minuti finali e i suoi interventi sono importanti per consolidare il vantaggio e portare a casa i tre punti.

LEGGI ANCHE  Il Prefetto di Napoli adotta 24 interdittive antimafia

Fabian Ruiz: 6. Un po’ più in difficoltà nell’assetto a tre, sbaglia qualche passaggio di troppo. Anche lui però è bravo a gestire i momenti più complicati della partita per aiutare la squadra a portare a casa il risultato.

Zielinski: 7. Fatica in avvio di partita, sprecando una buona chance dopo 6′, migliora pian piano ed è alla fine l’uomo che la decide. Tocca prima per Petagna, che manda sulla traversa, poi si ritrova il pallone tra i piedi e non sbaglia davanti al portiere: una rete chiave in una partita nella quale ogni occasione andava sfruttata (dal 95′ Zanoli: sv).

Politano: 6. Il più attivo dei tre davanti nella prima frazione, si spegne con il passare dei minuti. Esce per i minuti finali, con la difesa obbligata a tornare a quattro dopo l’espulsione di Koulibaly (dall’80’ Juan Jesus: sv).

Mertens: 5,5. Con il belga in campo gli azzurri cambiano modulo e modo di giocare, ma l’assenza di Osimhen si fa sentire: davanti si crea molto poco e alla fine opta per una maggiore fisicità davanti (dal 60′ Petagna: 6,5. Apporto fondamentale alla gara: mette lo zampino nella rete dell’1-0. In generale, però, dà molte più garanzie in avanti in una partita molto tosta).

Lozano: 5,5. Poche occasioni (e praticamente quasi sempre sprecate) per il messicano, che si ritrova a giocare sulla fascia non di sua competenza vista l’indisposizione in extremis di Insigne (dal 60′ Elmas: 6,5. Entra bene in partita e nell’azione che porta al gol decisivo. Sfiora il gol nel recupero).

Vincenzo Scarpa



Vincenzo Scarpa, studente di Scienze Politiche all'Università di Napoli Federico II. Appassionato di qualsiasi tipo di sport e serie tv, ama scrivere e parlare di calcio

Napoli, vittoria con il brivido: Salernitana ko di misura

Notizia precedente

Spalletti: “A volte ci vuole l’episodio. Insigne? Ha un affaticamento”

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..