Seguici sui Social

Arte e Musei

Special Terrae Motus, 2 giorni dedicati a Lucio Amelio alla Reggia di Caserta

Il 26 e 28 luglio sarà possibile approfondire ogni singola opera esposta del progetto che Lucio Amelio ideò in occasione delle terremoto dell’Irpinia


PUBBLICITA

Pubblicato

il

Special Terrae Motus_Lucio Anneo

Reggia di Caserta, “Special Terrae Motus”: due giorni dedicati a Lucio Amelio
Special #TerraeMotus40, due giorni dedicati alla collezione di Lucio Amelio alla Reggia di Caserta.

Il 26 e il 28 luglio, celebriamo la nostra collezione di arte contemporanea e il percorso di riallestimento avviato negli Appartamenti Reali!

Reggia di Caserta

Foto di repertorio

Dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 17.30, in gruppi di max 10 persone e con disponibilità ridotta di posti nel rispetto delle misure anti Covid, sarà possibile approfondire ogni singola opera esposta del progetto che Lucio Amelio ideò in occasione delle terremoto dell’Irpinia.

Il personale del Museo accompagnerà i visitatori alla conoscenza della preziosa raccolta, illustrando i dettagli del nuovo allestimento ispirato a un dialogo, sempre attuale, tra passato e contemporaneità.

Il percorso avrà inizio con “Terremoto in Palazzo” di Joseph Beuys per ricordare il centenario della nascita del grande artista la cui opera apre la narrazione della collezione negli Appartamenti Reali. Con l’occasione si renderà omaggio anche a Christian Boltanski, scomparso il 14 luglio scorso a Parigi, la cui opera risplende nell’oratorio di Ferdinando II.

Per partecipare a “Special Terrae Motus” è necessario prenotare, telefonando al numero 0823 14 91 206 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16. L’iniziativa è inclusa nel costo ordinario del biglietto di ingresso alla Reggia di Caserta acquistabile unicamente su TicketOne.

LEGGI ANCHE  Coronavirus, arrivate allo Spallanzani le prime dosi del vaccino italiano: la sperimentazione inizia il 24 agosto

TI POTREBBE INTERESARE ANCHE Jordi Bernacer dirige l’orchestra San Carlo per Un’Estate da Re

La due giorni trae spunto da “Ma l’amore no”, spettacolo di Un’Estate da Re dedicato al grande gallerista napoletano che si terrà all’Aperia del Giardino Inglese il 26 luglio. Il pubblico di “Ma l’amore no” potrà, infatti, usufruire del biglietto “Speciale Reggia – Un’Estate da Re” (disponibile online) per accedere al Complesso vanvitelliano il 28 luglio al costo di 10 euro e partecipare alla visita accompagnata alla mostra.

Continua a leggere
Pubblicità

Arte e Musei

‘Vulcano cuore’, le opere di Lello Esposito a Positano

In #mostra fino ad ottobre l’esclusiva #installazione ‘Vulcano cuore’ dell’#artista napoletano Lello Esposito negli spazi dell’Hotel Le Agavi di #Positano.

Pubblicato

il

Lello Esposito

Affonda le radici nella leggenda il progetto artistico “Vulcano cuore” di Lello Esposito, installato negli spazi dell’Hotel Le Agavi di Positano: la mitica sirena Partenope, che prima ancora di “abitare” a Napoli visse nell’arcipelago de Li Galli, fece innamorare perdutamente il centauro Vesuvio.

Un’esposizione esclusiva, quella di Lello Esposito: sculture e dipinti che hanno come tema conduttore quello dell’amore per il proprio territorio, per la propria storia e tradizione millenaria; l’amore per una ricerca artistica che da più di quarant’anni lo vede impegnato nella rielaborazione in chiave artistico contemporanea dei simboli della cultura partenopea e mediterranea.

Nella hall gli ospiti vengono accolti da un grande “Pulcinella-Corno” che, a mo’ di “firma” materica dell’artista, si colloca in questi spazi assieme alla “Testa di Gallo”, altra scultura in alluminio, particolare omaggio di Lello Esposito alla splendida Positano, al “suo” arcipelago de Li Galli, ed alle storie, ai miti e leggende che da sempre animano ed incantano questi luoghi.

LEGGI ANCHE  Processo bis 'Mondo di mezzo' : 12 anni Buzzi e 10 a Carminati

Le opere fino a ottobre arricchiranno anche la sala dominata da cupole decorate con foglie dorate e pavimento in maiolica azzurra del ristorante “La Serra” una stella Michelin, guidato dall’executive chef Luigi Tramontano, situato all’interno della struttura.

Tra queste anche l’enorme tela, intitolata proprio “Vulcano cuore”, realizzata nel corso della performance artistica prodotta appositamente per il film “Da domani mi alzo tardi” sulla storia d’amore tra Massimo Troisi e Anna Pavignano, sua compagna di vita per diversi anni e sceneggiatrice di molti suoi film.

 

 

Continua a leggere
longobardi logo

Le Notizie più lette