Nove anni di carcere per il del ‘’ in Riviera Romagnola.

La Giustizia inizia a infliggere i primi colpi al dei venditori abusivi di cocco. Il Tribunale di Rimini ha emesso le condanne nei confronti di alcuni membri della famiglia napoletana Manfredonia, saliti agli onori delle cronache nell’estate del 2010, quando la Polizia ’ alcuni elementi di spicco di una organizzazione criminale ramificata, nell’ambito di una operazione condotta dagli uomini della Questura di Forli’ e del Posto estivo di Polizia di Cesenatico, dai quali partirono le .

Il Tribunale romagnolo ha condannato a cinque anni e mezzo di carcere e un altro componente del clan, Espedito Manfredonia, a tre anni e otto mesi. Associazione a delinquere, estorsione, minacce e violenze, sono i principali capi di accusa nei confronti di una organizzazione che voleva diventare padrona delle spiagge romagnole. Le manette per loro e altri membri della famiglia, scattarono nell’agosto 2010. I poliziotti di Cesenatico, guidati da Stefano Santandrea, alzarono il coperchio su una organizzazione che si stava impossessando del territorio con un sistema mafioso. La famiglia Manfredonia gestiva infatti decine di venditori abusivi che vendevano cocco in tutte le spiagge delle province di Forli’-Cesena, Rimini e Ravenna.

Era un’organizzazione impiantata per diventare una “macchina da soldi”, come venne definita dagli stessi investigatori, visto che ciascuno dei venditori abusivi in una estate si metteva in tasca 10mila euro e all’organizzazione ne faceva incassare piu’ di 30mila, per un volume complessivo stimato in diversi milioni di euro. I Manfredonia avevano iniziato ad imporsi con la violenza e persino gli operatori di spiaggia vennero minacciati direttamente e in pieno giorno.

Le si estesero in tutta la Romagna e portarono al sequestro di due basi operative, una a Cervia e l’altra a Riccione, dove le noci di cocco venivano stoccate, tagliate e smistate, senza alcun permesso e soprattutto senza il rispetto delle piu’ elementari norme igieniche e sanitarie. Nel 2014 nove membri del clan partenopeo vennero rinviati a giudizio dal giudice di Rimini Fiorella Casadei e chiamati in tribunale a Rimini il 5 febbraio 2015. Del se ne occuparono anche “Le Iene”, con un giornalista che venne minacciato e picchiato durante un servizio.


Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Covid: il sindaco chiude luoghi della movida a Torre Annunziata

Non calano i contagi a Torre Annunziata e il sindaco tiene chiusi i luoghi a rischio assembramento.
Leggi tutto

Il Ricciardi di Capua: I teatri non riaprono senza una programmazione

"Si commette l'errore di equiparare musei, cinema, teatri a ristoranti e altre imprese commerciali”
Leggi tutto

Bancarotta: sequestro beni per due fratelli imprenditori di Angri

Gli accertamenti delle fiamme gialle di Scafati sono iniziati nel mese di luglio 2018, quando e' stata dichiarata fallita una...
Leggi tutto

Maxi rissa fuori al bar oltre il coprifuoco: arrivano 3 pattuglie dei carabinieri, identificate 5 persone

Per futili motivi almeno una decina di extracomunitari si sono azzuffati, 'accecati' anche dai fumi dell'alcol
Leggi tutto

Covid: verso scuole chiuse in zone rosse e ad alto contagio

E' la linea decisa nella cabina di regia a Palazzo Chigi in vista del nuovo Dpcm Covid, a quanto si...
Leggi tutto

Verdoliva (Asl Napoli 1): ‘Potremmo fare 15mila vaccinazioni al giorno’

"Mancano le dosi di Pfizer, è un problema quantitativo"
Leggi tutto

Napoli, 16enne in giro con un tirapugni: denunciato

Il giovane, di #Miano, era in giro con un gruppo di amici
Leggi tutto

Incendio distrugge il chiosco Padre Pio a San Felice a Cancello

Al momento non si esclude alcuna ipotesi, anche la pista dolosa
Leggi tutto

Avitabile e i Bottari di Portico di Caserta a Sanremo per un omaggio a Carosone

Mercoledì prossimo in duetto con Fiorello in un omaggio a Renato Carosone. Con loro anche i Bottari di Portico di...
Leggi tutto

Compleanno ‘clandestino’ in piena notte. 9 persone sanzionate a Casalnuovo

I carabinieri sono stati attirati dalla musica ad alto volume
Leggi tutto

‘Nude verità’, il ritorno del Tram sul palco… in streaming

Venerdì, in streaming, il Teatro Tram riapre il sipario.
Leggi tutto

Grumo Nevano, rapinano un supermercato: riconosciuti dalle immagini e arrestati

In manette sono finiti un 20enne incensurato di #Cesa e un 33enne di #Sant'Antimo gia' noto alle forze dell'ordine
Leggi tutto

Marcianise, gli negano l‘appartamento in affitto perché gay

Nel 2021 a Marcianise, il trentenne Raffaele si vede negare l'affitto di un appartamento perché gay.
Leggi tutto

Concussione, a giudizio i sindaci di Villa LIterno e Lusciano con altre 18 persone

#Nicola Esposito e #NicolaTamburrino sono coinvolti nell'inchiesta per la costruzione del centro ricettivo-turistico in via delle Dune a #VillaLiterno
Leggi tutto

E’ morto Claudio Coccoluto, il dj italiano che ‘ha dato cultura alla musica nei club’

Aveva 59 ani e da un anno combatteva con una grave malattia
Leggi tutto

Afragola, ‘Protezione dagli amici delle palazzine’: arrestato

In manette è finito #MarcoAntonioCredentino: aveva chiesto 2mila euro a un imprenditore edile
Leggi tutto

Maddaloni: positivi il sindaco e tre dipendenti dell’ufficio tecnico

Il sindaco De Filippo è asintomatico e si è già posto in isolamento domiciliare.
Leggi tutto

Cafiero de Raho: ‘I clan hanno fiutato l’affare epidemia’

L'allarme del Procuratore Nazionale #Antimafia sul pericolo infiltrazione delle cosche nei finanziamenti per la lotta al #coronavirus
Leggi tutto

Crescono appassionati di astronomia

Astronomia amatoriale: può sembrare un controsenso, una contraddizione in termini dato che l’astronomia è una scienza complessa ed un approccio...
Leggi tutto

Napoli per la Giornata internazionale della lingua madre

L'interpellanza di MassimilianoVerde, autore del primo corso di lingua e cultura napoletana, è sostenuta artisti, accademici, giuristi, docenti, socio linguisti...
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..