Vaccino: solidarieta’ bipartisan a infermiera per le minacce dei no Vax

foto da google
google news

Vaccino: solidarieta’ bipartisan a infermiera per le minacce dei no Vax

Claudia Alivernini, la prima infermiera vaccinata in Italia contro il Covid-19, e’ stata, proprio pr questo, attaccata e addirittura minacciata di morte sui social, tanto da essersi vista costretta a chiudere i suoi profili. Un fatto che Angelo Tofalo denuncia come “vergognoso e inaccettabile”. Il sottosegretario M5s alla Difesa esprime “ferma condanna per l’accaduto” e unisce la sua voce al coro bipartisan di solidarieta’ alla giovane operatrice sanitaria. “Stiamo combattendo una guerra silenziosa contro un nemico subdolo. Il vaccino anti Covid rappresenta un’arma efficace per debellare il virus.

Le vittime dell’epidemia sono state troppe, ora e’ il momento di credere nella scienza e di fidarci della ricerca”, evidenzia Tofalo. Solidarieta’ a Claudia Alivernini, “l’infermiera prima vaccinata in Italia, insultata e minacciata sui social dai No Vax” arriva anche da Enzo Foschi, vicesegretario Pd Lazio. “Ovviamente lei, a cui va il nostro enorme grazie, decidera’ come tutelarsi nelle sedi opportune ma, oltre ad appoggiare qualsiasi decisione personale di Claudia, mi aspetto che tutte le istituzioni non lascino cadere nell’oblio quanto avvenuto, prendendo una posizione netta e inequivocabile, perche’ queste aggressioni – avverte l’esponente dem – non rappresentano solo un fatto personale, bensi’ riguardano la completa mancanza di rispetto verso tutti coloro che quotidianamente, da un anno, combattono con coraggio in prima linea contro il Covid, per tutelare tutti i cittadini. Basta con questi mascalzoni da tastiera che vanno individuati uno per uno e sanzionati come prevede la legge”.

Anche Mariastella Gelmini stigmatizza che l’infermiera dello Spallanzani sia “diventata bersaglio dei No Vax, tanto da spingerla, dopo diverse minacce di morte, a chiudere i suoi account social” e la capogruppo FI alla Camera aggiunge che “la scienza e’ piu’ forte delle fake news, e anche della stupidita’. Forza Claudia!”.