Seguici sui Social

Cava de Tirreni

Il giovane cavese Alfonso Maria Di Somma secondo classificato al concorso letterario ‘Lettere d’amore ai tempi del Coronavirus’

PUBBLICITA

Pubblicato

il



Il giovane cavese Alfonso Maria Di Somma secondo classificato al concorso letterario ‘Lettere d’amore ai tempi del Coronavirus’.

 

Il 19 giugno, presso la Sala Napolitano del Comune di Lamezia Terme  si è tenuta la premiazione del concorso letterario “Lettere d’amore ai tempi del Coronavirus”, patrocinato dall’organizzazione “Lions Clubs International”. Con una missiva d’amore scritta nei giorni più difficili della pandemia e dedicata ad amici, parenti, luoghi, oltre 70 giovani da tutta Italia hanno partecipato all’iniziativa.

 

Il traguardo più alto per la Campania è arrivato dall’istituto “De Filippis-Galdi”: una menzione speciale, un terzo posto e persino l’argento di Alfonso Maria Di Somma. Una passione, quella del giovane cavese per la cultura, che lo accompagna sin dall’infanzia e che inizia a dare i primi frutti: con il “diploma d’onore” del “Certamen Taciteum” presso la Scuola Militare Nunziatella nel 2018, passando per le vittorie del concorso “Le parole sono ponti” di Cava de’ Tirreni, del concorso internazionale letterario-artistico “La Piazzetta” di Salerno e “Città delle Rose” di Paestum, fino al primo posto nella graduatoria di merito alla fase regionale delle Olimpiadi delle Lingue e Civiltà Classiche, risultato che gli ha consentito la partecipazione all’ottava edizione nazionale del 2019.

LEGGI ANCHE  L'Aifa dà il via libera al vaccino Moderna

Nello stesso anno inizia a scrivere per l’emergente pagina di divulgazione culturale “Cultura in Rete” come curatore della rubrica di Letteratura e social media manager, oltre ad inaugurare collaborazioni editoriali con la casa editrice Aletti Editore.


Continua a leggere
Pubblicità

Cava de Tirreni

Cava: nonnina di 100 anni dopo la guerra e la Spagnola sconfigge il Covid

Una bella notizia quella che arriva da Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno: Nonna Anna ha sconfitto il Covid a 100 anni. La donna che vive nel salernitano, è riuscita a guarire dopo 33 giorni di positività nonostante l’età avanzata.

Pubblicato

il

foto di repertorio

Una bella notizia quella che arriva da Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno: Nonna Anna ha sconfitto il Covid a 100 anni. La donna che vive nel salernitano, è riuscita a guarire dopo 33 giorni di positività nonostante l’età avanzata.

La notizia della negatività al tampone è stata accolta come una liberazione dai nipoti di Nonna Anna, molto conosciuta in città anche per la sua veneranda età che la rende una cittadina che ha “accompagnato” di fatto Cava de’ Tirreni a cavallo di un secolo.

Era il 2 novembre quando è arrivata la notizia che nonna Anna potesse essere un soggetto a rischio, avendo avuto rapporti con una persona risultata nelle ore precedenti positiva a CoViD-19, e che dunque anche lei avrebbe fatto meglio a sottoporsi al tampone. A spaventare i familiari anche il fatto che nonna Anna avesse qualche linea di febbre già dai giorni precedenti: e così, è partita la corsa per effettuare un tampone che sciogliesse ogni dubbio riguarda una sua possibile positività al Coronavirus.

LEGGI ANCHE  A Napoli 'scoppia' la voglia di shopping

foto di repertorio

Dopo una prima telefonata al medico di base, come raccontato dai nipoti di Anna a Fanpage.it, l’inizio del calvario: serviva in primis un sierologico, ma il laboratorio privato aveva spiegato contestualmente che, visto che la donna avrebbe potuto essere positiva, non vi fossero infermieri disponibili a recarsi sul posto. Oltre alla positività al Covid-19, la donna ha iniziato ad accusare anche sintomi un po’ più gravi. Ha superato la guerra, ha superato l’influenza spagnola, non poteva morire di CoViD-19”, ha aggiunto la nipote.

Continua a leggere

Le Notizie più lette