“Vittime due volte le donne maltrattate ai tempi del coronavirus…”. Inizia cosi’ il post su Fb dell’avvocato casertano Carmen Posillipo, pubblicato dopo avere raccolto il grido d’aiuto di una cliente, per la quale sta curando la causa di separazione. La donna, costretta in casa con i suoi tre figli a causa dell’emergenza sanitaria, dice il legale, e’ stata malmenata dal marito durante l’ennesima lite.

Posillipo pubblica una parte dei messaggi ricevuti dalla donna: “‘mi ha picchiata, e se non fosse stato per mio cognato che abita alla porta accanto sarei morta’, mi manda una foto – si legge ancora su Fb – volto tumefatto e livido”. Poi l’invito a denunciare ma lei risponde rassegnata”…ma dove vado, dove porto i miei tre figli ora, metterei a rischio le loro vite… (per il pericolo di contagio) vabbe’ provo ad assecondarlo di piu’ e taccio”. La signora, pero’, spinta dal legale ha denunciato. “…la quarantena – commenta Posillipo – per le vittime di violenza di genere puo’ essere letale…”