PUBBLICITA'

CuriositaEconomiaRubriche

Idee imprenditoriali green: mettersi in proprio rispettando l’ambiente


PUBBLICITA'

Sono sempre di più le persone che decidono di fare il grande passo e di mettersi in proprio. Dal momento che, da qualche anno a questa parte, la coscienza sostenibile è aumentata notevolmente, chi sceglie di aprire un’attività lo fa considerando, di sovente, idee imprenditoriali green.

Se anche tu stai valutando di lasciare il tuo lavoro e di dare corpo al progetto di impresa che hai in mente da un po’, nelle prossime righe puoi trovare alcuni consigli che abbiamo selezionato per te.

Borracce

Chi non si è accorto del boom delle borracce, forse nell’ultimo anno ha vissuto in una grotta isolata. Questo accessorio, diventato sempre più di tendenza (per rendersene conto basta dare un’occhiata agli account Instagram di influencer internazionali blasonate, ma anche, giusto per rimanere entro i confini ausonici, a quelli di alcuni politici, come per esempio il sindaco di Milano Beppe Sala), deve il suo successo alla diffusione di dati relativi alla dispersione della plastica negli oceani.

Secondo i parametri delle Nazioni Unite, ogni anno sono più di 8 milioni le tonnellate di plastica che finiscono nei mari della Terra. Da questi dati, ma anche da progetti di respiro internazionale come Friday for Future, è partito un approccio che vede il plastic free come una caratteristica favorevole all’immagine delle aziende e al personal branding dei singoli soggetti.

Ecco quindi che è esplosa la moda delle borracce. Se fino a qualche anno fa le aziende facevano a gara nel mettere in commercio bottiglie di plastica di dimensioni sempre più piccole e dalle fogge creative, oggi il focus è sulla borraccia, soprattutto in acciaio (e personalizzata). Il business è oggettivamente molto interessante!

Canapa light

Un’altra novità globale molto interessante riguarda la legalizzazione della cannabis light. I provvedimenti in questione hanno riguardato diversi Paesi, tra cui l’Italia. Questo ha avuto delle conseguenze enormi sia a livello scientifico, dando ulteriore impulso agli studi incentrati sulle proprietà dei principi attivi della cannabis, sia a livello economico.

Sono nate infatti numerose attività che vedono questa pianta al centro dell’attenzione. Basta guardarsi attorno mentre si cammina per strada per trovare tantissimi growshop, ma anche aprire internet. Gli e-shop di canapa light non mancano di certo!

Come mai si può definire un’attività green? Perché la canapa è una pianta che per essere coltivata richiede poca acqua. Inoltre, si tratta di una specie vegetale carbon light, indi capace di immagazzinare il carbonio presente nell’atmosfera.

Impresa di pulizie green

Come sopra accennato, la sostenibilità è un driver di grande importanza per le aziende che vogliono curare e ottimizzare la propria immagine agli occhi dei clienti e dei potenziali partner. Per questo motivo, se si ha intenzione di fare il grande passo e diventare imprenditori, può rivelarsi congeniale l’apertura di un’impresa di pulizie green B2B.

Che caratteristiche deve avere una realtà del genere? Prima di tutto dovrebbe utilizzare prodotti biodegradabili e, in seconda istanza, dotarsi di un parco mezzi caratterizzato da veicoli elettrici o ibridi. A rendere green un’impresa di pulizie contribuiscono anche particolari apparentemente insignificanti, come per esempio i tessuti delle divise del personale. Ovviamente è opportuno lavorare bene anche dal punto di vista del web marketing, cercando di promuovere al meglio la qualità del lavoro e il valore che si può fornire ai clienti.

Centro benessere

Anche un centro benessere può avere un’impronta green. In questo caso ci si può concentrare sulle modalità di approvvigionamento dell’energia (scegliendo p.e. di installare pannelli solari) e, esattamente come con l’impresa green, sull’utilizzo di prodotti frutto di filiere gestite con attenzione all’ambiente.



PUBBLICITA'