“Il NAPOLI e’ una squadra super ma anche noi abbiamo un team molto forte. Quello che rende una squadra molto buona e’ lo spirito di gruppo che si crea tramite l’esperienza, nel nostro caso il mix tra giocatori di esperienza e giocatori giovani porta proprio a un grande spirito di squadra”. Punta sul collettivo il tecnico del Salisburgo, Jesse Marsch, per lanciare la sfida al NAPOLI nel match di domani sera al San Paolo, ultima speranza per gli austriaci di restare agganciati al treno che porta agli ottavi di Champions League dopo il ko subito in casa per mano degli azzurri. Marsch sa del momento difficile del NAPOLI e provera’ ad approfittarne: “Sappiamo che ci sono necessari questi punti ma non guardiamo la classifica. Per entrare in campo dobbiamo avere la testa libera e non pensare al risultato o alle altre squadre, rischiamo di perdere l’obiettivo che e’ giocare bene in campo. I fattori importanti sono la passione e la sicurezza in noi stessi, sono fattori su cui stiamo lavorando molto”. Rispetto al ko in Austria Marsch recupera Dominik Szoboszlai, un’altra delle giovanissime stelle del suo Salisburgo, insieme ad Haaland, capocannoniere della Champions finora con sei gol, uno piu’ di Lewandoski: “Szoboszlai e’ un giocatore fondamentale della nostra squadra, non sto qui a parlare di come cambieranno le strategie, ma sono contento che sia qui – spiega il tecnico austriaco -. Haland e’ un grande giocatore, sta giocando molto bene in campionato e in Champions, e’ un onore averlo in squadra”. E il NAPOLI? Il tecnico sa che le possibilita’ del turn over azzurro sono tante, soprattutto davanti: “Stanno facendo – dice – una rotazione di giocatori, Milik non ha giocato all’ andata e questo potrebbe cambiare i piani. Mertens ha giocato molto bene, cosi come Insigne e Callejon, dobbiamo considerare qualsiasi movimento e capire come contrastarli”.

Contenuti Sponsorizzati