Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cinema

‘Il sindaco del Rione Sanità’, Di Leva e Gallo: ‘Eduardo sempre contemporaneo’

Pubblicato

in



è il protagonista del film “” di ed è stato premiato come migliore attore alla Biennale di Venezia. Il film è stato tratto dal testo di Eduardo De Filippo e Di Leva, in un commento, spiega quanto Eduardo sia contemporaneo. “Sessant’anni fa già diceva ai giovani che si affacciano al crimine che non ne vale assolutamente la pena e la dimostrazione è che oggi a Napoli non ci sono boss quarantenni perché o sono in galera o sono morti”. Un’operazione, quella che ha portato sul grande schermo il testo eduardiano che, come ricordato da Di Leva, “nasce quattro anni fa per volontà della compagnia di San Giovanni a Teduccio e dal coraggio del grande Luca De Filippo a cui va tutto il mio affetto e stima e dal lavoro poi proseguito da Carolina Rosi”. E proprio ai ragazzi del va il riconoscimento di , altro protagonista della pellicola, anch’egli premiato a Venezia con il ‘Premio Francesco Pasinetti 2019′ come miglior attore. “I ragazzi del Nest hanno avuto il merito di aver accorciato la citta’ e avvicinato la periferia – ha sottolineato Gallo – consegnandoci in modo chiaro il messaggio che un drammaturgo come Eduardo e’ immortale e va riproposto sempre nei testi teatrali che non vanno tenuti nei cassetti facendoli diventare letteratura ma vanno affrontati come testi teatrali e riproposti”.

Continua a leggere
Pubblicità

Cinema

Sky annuncia l’ultima stagione di Gomorra e Genny su Fb scherza: ‘E io mo che faccio?’

Pubblicato

in

Sky annuncia l’ultima stagione di Gomorra e Genny su Fb scherza: ‘E io mo che faccio?’.

 

“Siamo al viaggio conclusivo della storia, per noi attori sara’ un lutto ma i risultati danno soddisfazione a tutti”. Salvatore Esposito, il Genny Savastano di ‘Gomorra’, si e’ collegato alla conferenza stampa di presentazione dei nuovi prodotti Sky Original con Marco D’Amore (Ciro nella finzione), da Riga dove sono cominciate pochi giorni fa le riprese (che si sposteranno poi a Napoli per concludersi ad aprile 2021) della quinta e ultima stagione della serie realizzata da un’idea di Roberto Saviano.

“Il valore di ‘Gomorra’ va oltre il piccolo schermo e oltre i confini nazionali”, ha introdotto Meccanico, convinto che la prossima non sara’ solo l’ultima stagione ma anche una stagione unica. Sara’ diretta da Claudio Cupellini, al timone della serie fin dalla prima stagione, e da Marco D’Amore, gia’ regista di parte della quarta e del cinematografico ‘L’Immortale’, il successo targato Vision Distribution e Cattleya che ha fatto da da ponte fra la quarta e la quinta stagione della serie. Le sceneggiature sono di Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Gianluca Leoncini, Valerio Cilio. La quinta stagione della piu’ internazionale delle serie tv italiane (nella classifica del ‘New York Times’ e’ al quinto posto fra le produzioni non americane piu’ importanti del’ultimo decennio) vedra’ il ritorno di Marco D’Amore anche accanto a Genny Savastano (Salvatore Esposito) nei panni di Ciro l’Immortale, uscito di scena alla fine della terza stagione. Riprendono i loro ruoli nel cast anche Arturo Muselli, nei panni di Enzo Sangue Blu, e Ivana Lotito in quelli di Azzurra Avitabile, la moglie di Genny.

Genny e Ciro sono poi comparsi sui social con un siparietto in bianco e nero. ì”Annuncio del giorno: Gomorra 5 ultima stagione”, esordisce Marco D’Amore che tornerà nei panni di Ciro l’Immortale, dopo avere diretto e interpretato il film che fa da trait d’union tra quarta e quinta stagione della serie sulla guerra tra clan camorristici. “Come ultima stagione? Non avevano detto che…”, obietta Salvatore Esposito, l’interprete di Genny Savastano. “No questa è l’ultima stagione. Abbiamo finito qua. Quella che stiamo girando è l’ultima”, chiarisce D’Amore. “E io che faccio dopo?”, chiede Esposito. “Che ne so Sasà? Aprimm ‘na pizzeria”, propone D’Amore. “Io tengo un chioschetto di taralli, poi male che vada ti do una mano in pizzeria”, commenta Salvatore Esposito. “Perché tu sai fa’ le pizze? Vammi a fare ‘na margherita con poca mozzarella”, commenta ridendo Marco ‘D’Amore, che poi conclude con un malinconico “the end”.

Continua a leggere



Capri

Successo per la I edizione di Capri Movie International Film Festival. Tutti i vincitori

Pubblicato

in

Si è chiusa con successo la prima edizione di Capri Movie International Film Festival svoltasi dal 16 al 19 Settembre presso il Cinema Internazionale di Capri.

 

 

Il festival – organizzato dalle associazioni culturali “Capreae Sirenum Tellus” e “Il Sogno di Ulisse”, con la direzione artistica di Gisella Calabrese e Giuseppe Mallozzi – si è aperto lo scorso 10 Settembre con l’inaugurazione della Mostra fotografica “Vittorio Gassman, il mattatore” nel ventennale della scomparsa dell’attore de “Il Sorpasso”, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e la Cineteca Nazionale.

La serata finale di sabato scorso si è aperta con i saluti istituzionali del sindaco di Capri, Marino Lembo, che ha particolarmente apprezzato la formula del festival. “Un evento di grande spessore culturale – ha dichiarato il primo cittadino – che è ancora più importante in un momento così difficile che stiamo vivendo. Era necessario dare un segnale per la ripartenza ma sempre in sicurezza. Come Comune abbiamo sostenuto questa manifestazione mettendo a disposizione le nostre energie e il nostro cinema che ha riaperto dopo un periodo di chiusura”.

A seguire uno speciale omaggio al Maestro Ennio Morricone a cura della Maestra D’Arpa Vanessa D’Aversa, che come accadeva nel cinema muto ha sonorizzato dal vivo alcune scene dei maggiori film di successo musicati proprio dal Maestro scomparso lo scorso 6 luglio.

A decretare i vincitori dei cortometraggi in concorso è stata la giuria tecnica formata dall’attrice Nunzia Schiano, che ha rivestito il ruolo di presidente, celebre nel ruolo della madre di Mattia Volpe, interpretato da Alessandro Siani, nella pellicola cinematografica “Benvenuti al Sud”, e da Ferdinando Maddaloni, regista e actor’s coach, e dall’attore e regista Adriano Pantaleo.

Segui su Facebook: https://www.facebook.com/caprimovie/

La sezione Sguardi Animati è stata vinta dal cortometraggio “Dad” di Mohammad Keivanmarz, nazione Iran.

Miglior corto per la categoria Sguardi Internazionali è stato “Maradona’s legs” di Firas Khoury, nazione Palestina, il quale è stato particolarmente apprezzato dagli spettatori ottenendo anche il premio del pubblico.

Due premi anche per “Pizza Boy” di Gianluca Zonta, che ha vinto sia il premio come miglior corto per la categoria Sguardi Italiani che quello di migliore attore protagonista per l’interpretazione di Giga Imedadze.

Per la sezione Sguardi Campani, il premio è andato a “Il canto del mare” di Walter Della Mura.

Il premio per la miglior attrice protagonista è andato a Margherita Mannino per l’intensa interpretazione nel cortometraggio “L’Aurora” di Lorenzo Cassol.

Premio per la miglior regia è stato aggiudicato da Nicola Sorcinelli per il cortometraggio “Ape Regina”.

Infine, la giuria tecnica ha deciso di assegnare una menzione speciale al cortometraggio mokumentary “La triste vita del mago” di Francesco D’Antonio.

“E’ stato entusiasmante – dichiarano i direttori artistici Gisella Calabrese e Giuseppe Mallozzi – far partire questo nuovo festival ma anche estremamente complicato. Tuttavia siamo abbastanza soddisfatti di questa edizione, che ha avuto una enorme partecipazione di opere e un buon riscontro di pubblico, nonostante la situazione Covid. Possiamo solo migliorare e questo sarà il prossimo obiettivo per Capri Movie 2021. Ringraziamo l’Associazione Culturale ‘Capreae Sirenum Tellus, nella persona del presidente Francesca Girone, per averci fortemente voluto da Visioni Corte International Short Film Festival di Gaeta a Capri per l’organizzazione di questo evento”.

Nei giorni scorsi si sono alternate le proiezioni dei cortometraggi selezionati tra oltre 3000 provenienti da tutto il mondo: in tutto 36 le opere finaliste di questa prima edizione di Capri Movie International Film Festival, provenienti dai 5 Continenti, che sono state particolarmente apprezzate dal pubblico presente. Le nazioni rappresentate, oltre all’Italia, sono 15: Argentina, Australia, Brasile, Cina, Francia, Germania, Iran, Palestina, Portogallo, Russia, Spagna, Sud Africa, Turchia, UK, USA. Quattro le sezioni: Sguardi Animati, dedicata ai cortometraggi d’animazione; Sguardi Internazionali, alle opere provenienti dall’estero; Sguardi Italiani, per le opere nazionali; e Sguardi Campani, dedicata agli autori della Regione Campania.

Ad anticipare la proiezione dei cortometraggi ogni sera una clip di film girati a Capri, volti a rappresentare il forte legame che il Cinema ha sempre avuto con la stupenda isola del Mar Tirreno. Si sono alternati sullo schermo “Il secondo tragico Fantozzi” (1976) di Luciano Salce, con la celebre scena dello scontro di Paolo Villaggio contro i Faraglioni; “Il disprezzo” (1963) di Jean-Luc Godard con Brigitte Bardot che scende le scale di Villa Malaparte e si tuffa nello splendido mare caprese; e infine il più recente “Capri Revolution” (2018) di , presentato in concorso alla 75ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Il festival, con la direzione artistica di Gisella Calabrese e Giuseppe Mallozzi, gode del patrocinio e della collaborazione del Comune di Capri e del patrocinio di Federalberghi Capri, Capri Exellence e Ascom Capri. Tra i partner Visioni Corte International Short Film Festival di Gaeta e il Centro Sperimentale di Cinematografia.

Visita il sito: https://www.caprimovie.com/

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette