Sindaco leghista assunto come ‘navigator’ a Novara

Nella vita fa l’avvocato, da sempre é un esponente della Lega, da due anni è sindaco della città di Omegna, e da qualche giorno è uno dei 12 navigator assunti da Anpal a Novara. La notizia, ‘scovata’ dal giornale online locale VerbanoNews, ha fatto sorridere molti, ma non il diretto interessato. “Non ci vedo tutta questa curiosità e’ stata solo una sfida professionale”, dice Paolo Marchioni, classe 1969, ha alle spalle un lunghissimo curriculum di incarichi di primo piano: è stato, tra le altre cose, consigliere di amministrazione della centrale unica di acquisto del Ministero dell’Economia e presidente di Finpiemonte. Verbanese di origine, ha avuto una esperienza da sindaco di Baveno, sul lago Maggiore, e dal 2017 guida la municipalità del capoluogo del Cusio. Del nuovo incarico, che ha sorpreso molti, dice: “Con il mio ruolo di sindaco non ha nulla a che fare. Volevo mettermi alla prova e superare il concorso che tra l’altro era molto impegnativo. prevedeva di materie. Molti altri navigator – aggiunge – fanno altre attività professionali nella vita, ci sono anche diversi avvocati”. Ma come farà a conciliare anche questo incarico con l’attività amministrativa e quella professionale? “Il tempo si trova”, assicura: “A Novara ho il mio secondo ufficio (collabora con lo studio legale dell’ex sindaco di Novara Massimo Giordano e dell’attuale consigliere regionale Riccardo Lanzo, entrambi esponenti della Lega, nde) e basta sapersi organizzare”.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati