“A Marigliano e nel Nolano una fitta vegetazione, detriti e rifiuti di vario genere sbarrano il passaggio delle acque meteoriche aumentando il rischio di esondazioni in caso di piogge di lieve e media entita’”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale campano del Movimento 5 stelle Gennaro Saiello. “Per questo – ha aggiunto – ho depositato un’interrogazione regionale per chiedere alla Giunta di intervenire con urgenza e di programmare in tempi celeri interventi di pulizia, bonifica e risistemazione ambientale degli alvei per garantire concretamente la sicurezza del territorio e dei cittadini”. “Li’ da oltre 20 anni non si effettua alcun intervento di manutenzione ordinaria e straordinaria – ha denunciato Saiello – A Marigliano, Nola, Saviano, Scisciano fino a Somma Vesuviana la situazione e’ estremamente critica e mette a serio rischio la sicurezza dei cittadini e del territorio”. “Su sollecitazione dei cittadini – ha reso noto Saiello – abbiamo eseguito un’ispezione a diversi alvei della zona, come l’alveo Somma e Costantinopoli che abbracciano diversi comuni che vanno da Somma Vesuviana a Nola, lagno del Carmine, lagno san Vito-san Sossio, lagno Frezza che attraversano il comune di Marigliano e con l’utilizzo di un drone abbiamo sorvolato diversi reticoli idrici del circondario per appurarne lo stato di totale abbandono in cui versano”. “Pertanto abbiamo chiesto a chi governa attualmente questa regione di evitare la continua e futile propaganda e di intervenire celermente e concretamente per scongiurare ogni eventuale danno alla popolazione e al territorio”, ha concluso Saiello.

Nessun tag trovato per questo articolo.

Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..