Due grandi aree comunicanti (bagni e docce da un lato, quella per la riunione tecnica del pre-partita dall’altro) riunite in un unico ambiente dalle linee essenziali e moderne dove predominano il bianco e il blu. Svelati i rendering dei nuovi spogliatoi del Napoli, secondo il progetto approvato dal Comune pochi giorni fa nell’ambito della piu’ generale riqualificazione dei locali interrati dello stadio San Paolo. Lavori in corso d’opera e che vanno a completare il pacchetto Universiadi in cui e’ rientrato anche il rifacimento della pista d’atletica. I lavori nello stadio partenopeo procedono a ritmo spedito (unica pausa concessa per il giorno di Ferragosto) in modo da poter riconsegnare l’impianto al Comune di Napoli in tempo per l’esordio casalingo degli azzurri di Ancelotti previsto per il 15 settembre con la Sampdoria. Accanto agli spogliatoi previste anche una stanza per l’allenatore, un’altra per il suo staff tecnico e una terza riservata a medici e fisioterapisti. Al centro la lavagna tattica per ripassare gli schemi prima della gara. Adeguato l’impianto di condizionamento e quello di illuminazione tutto con luci led. Il commissario straordinario per le Universiadi Gianluca Basile sta seguendo i lavori da vicino: “Procede tutto come da programma – rassicura dal quartier generale della Mostra d’Oltremare -. Sono in corso i lavori di riqualificazione del blocco spogliatoio che garantiranno maggiore qualita’ degli ambienti presenti nello stadio San Paolo. Gli spazi sono stati ridistribuiti al fine di una maggiore funzionalita?per adeguarli agli standard nazionali e internazionali”. Proprio oggi Basile ha riunito i tecnici al lavoro al San Paolo per una verifica sul cronoprogramma perche’ sia garantito il rispetto dei tempi di esecuzione: “Si lavora a ritmo serrato – osserva – compresi sabato e domenica e, come da cronoprogramma, le lavorazioni avranno termine la prima settimana di settembre”.

Contenuti Sponsorizzati