La prima medaglia d’oro azzurra alle Universiadi di ha il volto sorridente e sbarazzino di Erica Cipressa, che si impone nel fioretto femminile in una finale senza storia sulla francese Morgane Patru (15-3), per una supremazia di squadra sancita anche dal bronzo di Camilla Mancini nella stessa arma (sconfitta di misura in semifinale per la laziale proprio ad opera della Patru 15-13). La veneta, 23 anni, figlia di Andrea Cipressa, olimpionico e ct della nazionale, ha rispettato i favori del pronostico che la vedevano numero uno del tabellone arrivando in finale dopo essersi sbarazzata della romena Calugareanu in semifinale (15-10). La doppietta italiana nel fioretto femminile cancella lo zero dal medagliere azzurro e arriva al termine di una giornata che fino ad allora aveva regalato una sola soddisfazione, con l’argento di Fiammetta Rossi nel trap, nella gara vinta dall’atleta di Taipei Liu Wan-Yu. Il medagliere azzurro sale cosi’ a undici medaglie: 1 oro, 2 argenti e 8 bronzi. Sono di bronzo, infatti, anche le ragazze della ginnastica artistica a squadre Carlotta Ferlito, Lara Mori e Martina Rizzelli. Confermato anche il terzo posto di ieri nel nuoto conquistato da Ilaria Cusinato nei 400 misti dopo che oggi e’ stato respinto il ricorso presentato dalla britannica Abbie Wood. Negli altri sport parte male l’avventura delle squadre azzurre nel rugby a sette: netta sconfitta per gli uomini battuti dal Giappone 17-0. Di misura, invece, la battuta d’arresto delle donne superate dalle canadesi 14-12. Per gli uomini, tuttavia, il riscatto e’ arrivato nel pomeriggio quando hanno avuto la meglio sulla Francia (33-17) con Luca Zini protagonista e autore di 13 punti. Nelle eliminatorie dei tuffi Laura Bilotta e’ al secondo posto nel trampolino da 3 metri, mentre nella ginnastica artistica una delle frecce della spedizione azzurra, Lara Mori, conduce nell’individuale femminile. Procede spedito il cammino dell’Italia del calcio che oggi si e’ sbarazzata dell’Ucraina 2-0 a Cava de’ Tirreni e vola nei quarti di finale. Al via, nell’arena predisposta sul lungomare di che ha ospitato piu’ volte la Coppa Davis, il torneo di tennis: in campo maschile esordio ok per uno dei due rappresentanti azzurri in tabellone, il romano Gian Marco Ortenzi, che perde il primo set contro lo slovacco Marko “per l’emozione di giocare in un posto cosi’ bello” come ammettera’ alla fine, ma e’ bravo a rientrare in partita e a uscire alla distanza (46;75;61 il punteggio finale). Per lui ora un ostacolo durissimo, il numero 2 del seeding, il russo Gakhov. In chiaroscuro l’esordio dell’Italia nel torneo di tennistavolo: bene gli uomini che hanno battuto l’Australia 3-0. Male le donne, sconfitte dalla Romania 3-0. Molto bene invece, l’Italvolley maschile che all’esordio al Palasele di Eboli, ha battuto la Svizzera 3-0. Mentre continua a deludere il judo. Nel basket maschile altra vittoria di misura per gli americani che, dopo aver regolato in rimonta la Finlandia ieri sera, oggi hanno avuto la meglio sull’Ucraina con un altro arrivo in volata e di un solo punto (58-57). Solo quinto Dario Di Martino nella pistola dai 10 metri. Nel nuoto vanno in finale nei 200 sl Matteo Ciampi e Stefano Di Cola: su di loro si riversano le speranze di riascoltare quanto prima l’inno di Mameli.

ADS
LEGGI ANCHE  Giovane imprenditore stabiese arrestato per tentata estorsione a Eboli



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Il treno Campania Express bloccato nella galleria tra Castellammare e Vico: panico tra i viaggiatori

Notizia precedente

Napoli, De Luca: ‘Sabotaggio al San Giovanni Bosco, cacceremo i responsabili’

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..