Napoli, linea dura dalla prossima stagione contro i tifosi scorretti

Lo annuncia il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, parlando a Radio Kiss Kiss Napoli dal ritiro azzurro in Trentino. “Se il calcio – dice – serve ai politici per tenere tutti tranquilli ed evitare che il popolo scenda nelle piazze a fare la rivoluzione allora resta tutto cosi’. Se vogliamo affrontare il problema basta guardare all’Inghilterra, dove se uno fa cori offensivi arriva uno steward ti preleva e non puoi piu’ entrare allo stadio. Al San Paolo con un milione di euro ora abbiamo ora 400 telecamere con gli algoritmi e io mi sono stancato di pagare le multe: abbiamo speso 4-5 milioni da quando ho iniziato per i fuochi, i petardi, i fumogeni. Nella vendita di biglietti e abbonamenti dal prossimo anno scriveremo che chi non si comporta in maniera degna verra’ prelevato e non avra’ piu’ accesso allo stadio anche se ha pagato l’intero abbonamento”. De Laurentiis parla anche del progetto della Superchampions: “Agnelli non vuole fare un torneo per pochi eletti – dice – anzi cerca di allargare la possibilita’ di partecipare anche a club meno blasonati. Io credo che l’Eca debba poter organizzare il campionato europeo, un’unica Champions League a cui partecipano tutti i club che facevano Champions ed Europa League. Siccome non tutti sono a un livello economico uguale, si puo’ fare un torneo per i club piu’ ricchi e uno per gli altri, poi i primi cinque dei due tornei si sfidano per vincere la coppa”.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati