Mertens e Insigne, porte aperte ai campioni

Lo scudetto in testa, la voglia di stupire, ma anche la consapevolezza che la Juve parte davanti e sta facendo un mercato da grande. Dries Mertens e Lorenzo Insigne, la coppia di folletti del Napoli, scaldano i muscoli a Dimaro per provare finalmente a vincere dopo due secondi posti consecutivi e spalancano le porte del calciomercato, chiedendo rinforzi al club: “Dobbiamo lavorare – dice Mertens a Sky – in questi ho visto arrivare tanti giocatori il Napoli ha fatto un importante cammino. Se guardo la Juve, pero’, vedo che hanno comprato Rabiot, De Ligt, Ramsey e Buffon, sono molto forti. Le altre squadre stanno comprando tanti giocatori, noi dobbiamo mettercela tutta e poi si vedra’”. Parole nette a cui fa eco Lorenzo Insigne che apre a James o ad altri di alto livello: “Noi apriamo le porte a tutti i giocatori forti che la societa’ prende. James e’ un vero numero 10, ha qualita’, ma le scelte le fanno il mister e la societa’. Chiunque verra’ lo accoglieremo a braccia aperte. Se arriva siamo felici di accoglierlo, l’importante e’ che vinciamo”. Nessuna tentazione di proteggersi dall’arrivo di altri campioni che possono togliere spazio, dunque, ma la voglia di lottare ad armi pari con la Juve di Sarri. I due folletti azzurri lo scorso anno hanno siglato 33 gol in due tra campionato e coppe: 19 per Mertens, 14 per Insigne ma sanno entrambi di non essere dei centravanti, confermando l’idea di De Laurentiis di volere James in prestito per avere liquidita’ per prendere un’altra prima punta: “Ho parlato con il mister -spiega Insigne – e gli ho chiesto se poteva spostarmi a sinistra. A me piace rientrare sul destro, fare assist e tiri in porta, ma in qualsiasi posizione cerco sempre di esprimere il massimo. A sinistra mi trovo piu’ a mio agio, parlando con il mister siamo d’accordo”. Stesso refrain per Mertens che chiede una mano per Milik: “Per come giochiamo adesso – ha detto – non gioco piu’ da centravanti come facevo con Sarri. Lo scorso anno ho giocato dietro la punta, quindi non credo sarebbe male se prendessimo un’atra prima punta. Milik ha giocato tante gare lo scorso anno, non sarebbe male avere un cambio”. Porte aperte al Napoli, quindi, con De Laurentiis che ieri ha rovesciato pubblicamente il tavolo dicendo di voler James solo in prestito. Intanto il club azzurro continua a seguire la pista Nicolas Pepe’ 24nne del Lilla, per il quale il club francese chiede 60 milioni. De Laurentiis ci sta pensando.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati