Napoli, il fratello di de Magistris: “Le polemiche solo causate dal mio nome”

“Mantengo il mio cognome, nonostante sarebbe tutto più semplice senza di esso. Faccio fatica a capire se il progetto piaccia o meno, ma nonostante ciò sono favorevole a sostenerlo. Io mando avanti il mio progetto da cittadino comune, e non come fratello del sindaco. Il presidente della Municipalità non ha approvato l’allargamento del marciapiede per favorire la mia attività. Questo non è il progetto di De Magistris, ma di alcuni cittadini, presentato già qualche anno fa. Il problema sorge unicamente se c’è, anche solo lontanamente, la presenza di De Magistris, perché con i restanti locali commerciali non sono sorti problemi di nessun tipo. Sappiamo bene qual è l’obiettivo di questa vicenda. Bisognerebbe pensare ad un progetto di riqualificazione complessivo della zona”. Così a Radio CRC, Claudio De Magistris, fratello del primo cittadino di NAPOLI, Luigi De Magistris, commentando le polemiche sull’allargamento del marciapiede di Baroq, noto locale di piazza Vittoria, che lo vede come socio.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati