volatile a Piazza Affari all’indomani dell’ufficializzazione del nuovo allenatore, Maurizio Sarri. I titoli hanno piu’ volte cambiato la direzione di marcia e adesso arretrano dello 0,53%, attestandosi a 1,53 euro. Intanto e’ scattato il conto alla rovescia anche per i conti della squadra, con col bilancio che si chiudera’ a fine giugno anche se poi verra’ approvato e diffuso a settembre. Quanto a Sarri, il nome circolava ormai da settimane, ma soltanto ieri pomeriggio e’ arrivato l’annuncio ufficiale da Torino. Il contratto siglato tra il club bianco-nero e il tecnico che lascia la panchina del Chelsea dopo un anno, e’ di tre anni, ossia fino al giugno 2022. Top secret le cifre, ma secondo indiscrezioni Sarri prendera’ uno stipendio da circa 6 milioni netti a stagione, al quale si aggiungono eventuali bonus e in particolare quello piu’ generoso legato all’eventuale vittoria della Champions League. L’allenatore prendera’ un milione in piu’ di quanto percepiva a Londra, ma meno del suo predecessore: nel suo ultimo anno alla Massimiliano Allegri, sempre secondo indiscrezioni, ha preso uno stipendio netto di circa 7,5 milioni di euro. Secondo i media inglesi, inoltre, la ha versato al Chelsea 5,6 milioni di euro per liberare l’allenatore (compensation fee). Nell’ultimo anno Sarri ha fatto molto bene: e’ fresco della vittoria dell’Europa League con la squadra di Oltremanica e ha inoltre condotto il Chelsea al terzo posto in Premier League, la massima serie del campionato inglese di calcio, e alla Finale della English Football League Cup. Il tecnico ha iniziato a lavorare a tempo pieno sui campi di calcio nel 2001, dopo una carriera in banca e il ruolo di allenatore tra i dilettanti. E’ arrivato in con l’Empoli nel 2012 e poi ha consolidato la sua fama di motivatore allenando per tre anni di fila il Napoli, fino al 2017-2018. Sotto la sua guida il club partenopeo e’ sempre riuscito ad accedere alla Champions League. Nel 2018/19 e’ poi volato a Londra. Capitolo allenatore chiuso, la Juventus gia’ pensa al calciomercato e in particolare, secondo i media specializzati, sta accarezzando l’idea di riportare a Torino il francese Paul Pogba, adesso al Manchester United. La squadra inglese valuta il giocatore circa 150 milioni di euro. Si parla inoltre di trattative in atto con Federico Chiesa, l’attaccante della Fiorentina, per uno stipendio quinquennale da cinque milioni di euro a stagione. Ma il nuovo proprietario della squadra, Rocco Commisso, ha gia’ detto a piu’ riprese che non cedera’ il calciatore.


Napoli, presentato il libro ‘Un affare di famiglia’, storie romantiche di giovani imprenditori

Notizia precedente

Rapina al portavalori in autostrada, guardie sequestrate: bottino 100mila euro

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..

Commenti

I Commenti sono chiusi