Zeman: “Non è stato un anno di grande calcio in Italia, mi aspettavo di più dal Napoli”

Zeman

L’allenatore boemo Zeman, nonostante i suoi 72 anni ha ancora voglia e forza di dire la sua. E’ stato intervistato dai colleghi de “La Gazzetta dello Sport” dove ha parlato del calcio attuale ma anche del Napoli. “La lotta scudetto finita presto? Sono otto anni che finisce prima di cominciare. La stagione? Brutta, perché in 50 anni sono stato fermo poche volte. In più non è stato un anno di grande calcio in Italia. Tra le cose positive la Nazionale che sta cambiando mentalità. Da chi mi aspettavo di più? Forse dal Napoli di Ancelotti, ma aprire un nuovo ciclo non è facile. L’Inter si ritrova a lottare fino all’ultimo come l’anno scorso. Ha costruito poco. Mi aspettavo un calcio migliore”. E su Ronaldo aggiunge. “Un po’ peggio di quella di Quagliarella -scherza-. È un campione. Ma il salto di qualità della Juve non c’è stato. Senza Ronaldo aveva raggiunto due finali di Champions”.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati