Serie A, ultime due giornate tra voglia di Europa e necessità di salvezza

Empoli-Torino e Inter-Empoli. Sono le due partite-simbolo del crudele intreccio fra speranze di salvezza e ambizioni di qualificazione europea, intrecciate agli ultimi cruciali 180 minuti di una lunga stagione che si chiude al fotofinish. Ma in quest’ottica potrebbero rientrare anche Lazio-Bologna alla penultima giornata e Roma-Parma all’ultimo turno del torneo. In questi ultimi due casi, però, tutto è legato alle combinazioni degli ultimi risultati fra le varie contendenti, sia in fondo alla classifica che nella zona della graduatoria compresa fra Inter e Lazio, passando per Atalanta, Milan, Roma e Torino. Nel suo genere, invece, Empoli-Torino di domenica 19 maggio alle 15.00, è il classico testa-coda. La squadra granata in trasferta non perde dal 19 gennaio scorso, quando venne sconfitta 3-2 all’Olimpico da parte della Roma.Per giocarsi il tutto per tutto sul terreno comunque proibitivo di San Siro, i toscani (10 punti nelle ultime 5 partite giocate in casa) devono assolutamente battere il Toro, oppure pareggiare e aspettare i risultati di Udinese-Spal e Genoa-Cagliari. Se i sardi dovessero dare tutto come hanno fatto nella recente trasferta di Napoli, per i rossoblù di Prandelli la gara potrebbe diventare molto difficile. Mentre lo stesso Semplici ha dimostrato, contro i partenopei, di non essere incline a fare regali a chicchessia. Se la formazione di Andreazzoli dovesse arrivare all’ultima giornata con ancora vive le proprie speranze di salvezza, che Inter troverà? Con due successi su Chievo e Napoli (la formazione di Carlo Ancelotti non attraversa uno splendido momento di forma), l’Inter potrebbe arrivare all’ultimo turno di campionato praticamente già certa della qualificazione Champions e psicologicamente più tranquilla. In caso contrario, possibili gli scenari più disparati.Empoli e Bologna devono stare particolarmente attente, perchè nella penultima giornata di Serie A affrontano due squadre, rispettivamente Torino e Lazio, che oggi sono lontane dalla zona Champions League ma che faranno di tutto, nella ‘finale’ fra loro allo stadio Grande Torino alla 38esima giornata, per conquistare il pass per l’Europa League. Certo, la squadra di Mihajlovic dopo il successo nel derby emiliano si è messa quasi al sicuro. I crociati viceversa, dopo la batosta del Dall’Ara, avranno dal canto loro a disposizione un turno casalingo relativamente tranquillo, contro la Fiorentina, da non sbagliare per evitare di rimanere ulteriormente invischiati. A occhio e croce appare una di quelle partite in cui il punto per uno soddisferebbe entrambe le protagoniste della gara. La lotta salvezza ha invece sgomberato il campo del Milan, più che mai in corsa per un posto in Champions League.La retrocessione del Frosinone e la salvezza aritmetica della Spal consentono ai rossoneri di affrontare due squadre libere da pressioni di classifica. Rino Gattuso ha detto però, in tempi non sospetti, che nessun avversario è da sottovalutare. Del resto la stessa Spal vista perdere solo di misura contro il Napoli, resta una delle squadre più in forma di questa parte finale della stagione. Attenzione anche alla lotta per il decimo posto. Si tratta dell’ultima posizione di classifica utile per acquisire “quote incrementali” di denaro derivanti dalla ripartizione dei diritti tv. Il decimo posto garantisce dai 2 ai 3 milioni in più rispetto alle posizioni sottostanti di classifica. In questo momento, le squadre in lotta per questa posizione di classifica sono le emiliano Sassuolo e Spal, ma anche Cagliari e Fiorentina.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati