Linee sospese e stazioni chiuse: é caos Circumvesuviana

Tre linee sospese, stazioni chiuse e collegamenti garantiti da servizi su gomma sostitutivi ed enormi disagi per gli utenti. E’ l’effetto del nuovo stop agli straordinari da parte dei lavoratori Eav, stop che da questa mattina sta creando notevoli ripercussioni sul trasporto assicurato dalla ex Circumvesuviana. Come annunciato, da questa mattina sono sospese le linee Napoli-Sarno (via Ottaviano), Torre Annunziata-Poggiomarino e Napoli-San Giorgio a Cremano (via Centro Direzionale). Su queste tratte sono stati attivati autobus con le seguenti modalità: Napoli-Ottaviano-Sarno con partenza ogni ora e Torre Annunziata-Poggiomarino servizio navetta, mentre non è stato programmato alcun servizio sostitutivo per la tratta Napoli-San Giorgio. Tanti gli utenti che hanno deciso di sopperire ai disagi usufruendo di mezzi privati o in alternativa utilizzando ove possibile le linee di Trenitalia. Tanti i commenti sulla pagina Facebook di Eav: ”Questa azienda è lo specchio della società in cui viviamo” attacca ad esempio Alessandro, mentre Marcella dice che ”la linea San Giorgio-Centro Direzionale è come al solito abbandonata”. L’azienda dal canto suo si giustifica attraverso un lungo comunicato stampa firmato dalla direzione nel quale spiega come ”il lavoro straordinario è indispensabile per svolgere il servizio. Per questo motivo abbiamo in corso 350 assunzioni e forse non saranno nemmeno sufficienti: probabilmente dovremo aumentare il numero delle assunzioni previste. Abbiamo programmato nuovi treni e nuovi investimenti, ma ci mancano gli operatori di esercizio e di stazione”. L’Ente autonomo Volturno sottolinea inoltre che ”a causa del rifiuto di ogni tipo di lavoro straordinario da parte del personale di stazione, molte delle nostre stazioni saranno impresenziate e questo comporterà il taglio di alcuni servizi”. I disagi, se non ci saranno novità, sono destinati a proseguire anche nei prossimi giorni.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati