C’era una volta un avvocato che diventò vice presidente della Juve Stabia, che portò un nuovo sponsor sulle maglie e nuove risorse in società, un giornale dedicato alla squadra, e un progetto con un’app con una web tv dedicata. Comunque forza Juve Stabia sempre! Ad maiora”. È il post che ha scritto ieri sera l’avvocato Palma vice presidente della Juve Stabia che ha fatto preoccupare tanti stabiesi. Un post poco chiaro, lo stesso Palma poi nei commenti ha specificato che si trattava “di un messaggio di congedo dal ruolo di vicepresidente”. Un fulmine a ciel sereno, considerato l’andamento delle Vespe, che ha suscitato tanto scalpore tra i tifosi gialloblù. Il post nella tarda mattinata di oggi, dopo aver ricevuto decine di commenti è stato rimosso.
Tanti sono stati i commenti degli utenti per capire la motivazione di questo gesto estremo e l’avvocato ha così risposto ad una delle tante domande: “C’è poca chiarezza e non ho condiviso la linea presa a gennaio dagli altri dirigenti, quindi è giusto fare un passo indietro per non destabilizzare l’ambiente.” Questa risposta ha destato ancora più sospetti soprattutto perché dall’esterno non sembrava esserci nessuna frizione in società. Ovviamente questo episodio non dovrebbe intaccare il percorso della squadra verso la serie B ma il mistero resta fitto attorno a questo episodio e c’è chi spera in un ripensamento da parte dell’avvocato. Dall’ufficio stampa o qualche altro organo societario non è arrivata alcuna comunicazione, bisognerà attendere qualche giorno per risolvere la questione e riportare l’ordine che c’era prima della pausa.Intanto la Juve Stabia è tornata da poco ad allenarsi dopo le festività natalizie per preparare il ritorno in campo domenica 20 gennaio in casa della Viterbese. Anche in sede di calciomercato il direttore Ciro Polito si sta muovendo sottotraccia per ragalare qualche innesto a mister Caserta, ma la priorità resta comunque quella di mantenere in blocco un gruppo che fino ad oggi sta stracciando ogni record.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati