Capri, polemiche per il Capodanno in piazzetta e il comune chiede il risarcimento danni agli organizzatori

Polemiche a Capri nel day after dello spettacolo di Capodanno nella Piazzetta, caratterizzato dal ritardo di oltre tre ore nell’esibizione del dj set e dalla bufera scatenatasi sul web per il genere musicale della band che si e’ esibita non apprezzato dal popolo dei giovani. L’amministrazione comunale non ci sta e annuncia azioni legali nei confronti degli organizzatori dell’evento, affidato dal Comune attraverso una selezione pubblica. “Siamo i primi ad essere delusi ed arrabbiati per lo spettacolo di ieri in Piazzetta”, scrive il gruppo politico della Primavera, la civica che amministra il Comune di Capri. “Senza ne’ polemiche ne’ perdite di tempo, domani – annuncia il gruppo di maggioranza consiliare – inviteremo il competente ufficio a non pagare una prestazione cosi indegna e anzi ad attivarsi immediatamente per ottenere il risarcimento del danno d’immagine subito”

Le critiche e lamentele  si sono scatenate sul web sulla band che con la musica doveva allietare le ultime ore del 31 dicembre e sul concerto a singhiozzo che si è tenuto nella piazza salotto del mondo a causa del mancato arrivo del dj Daniele Decibel Bellini, speaker ufficiale del Calcio Napoli.
Il vocalist doveva essere alla consolle all’una della notte per dare il cambio alla Nientedimeno Swing Band che aveva aperto la serata e accompagnato l’arrivo del nuovo anno con la showgirl Nathalie Caldonazzo. Ma un impegno a Bacoli ha causato un ritardo enorme. Il Dj è arrivato sull’isola alle tre di notte quando molti dalla piazzetta si erano riversati nei locali. Di li sono nate le polemiche e la decisione dell’amministrazione di non pagare e chiedere il risarcimento danni.

Contenuti Sponsorizzati