-Un uomo di 75 anni ha sparato alla moglie e poi si è suicidato. L’episodio è accaduto in provincia di Brindisi, tra Ostuni e Carovigno. Secondo quanto si apprende dalle prime ricostruzioni, i due sarebbero stati di ritorno dall’udienza per la separazione. L’uomo ha sparato alla moglie alla gola con un fucile canna mozze e poi si è suicidato. La donna è ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale di Brindisi ma non si trova in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Ostuni. Salvatore Natola, l’uomo di 75 anni che ha sparato alla moglie ferendola gravemente, era un meccanico in pensione. La moglie, Maria Franca Colucci, di 18 anni piu’ giovane di lui, lavora come domestica. E’ ora ricoverata in gravissime condizioni nell’ospedale di Ostuni . I due erano separati da un paio di mesi e, secondo quanto riferito da conoscenti, pare che la decisione fosse stata presa dalla moglie e che l’uomo non l’avesse accettata. Non abitavano piu’ insieme e, probabilmente, si erano dati appuntamento nel casolare di Carovigno dove erano giunti ciascuno a bordo della propria automobile. Non sono ancora chiare le ragioni della tragedia. Secondo la ricostruzione dell’accaduto fatta da polizia e carabinieri, l’uomo ha sparato alla moglie all’esterno del casolare con un fucile calibro 12 modificato e detenuto illegalmente, colpendola al collo. E’ poi entrato, si e’ messo a letto e si e’ sparato. Gli investigatori hanno trovato due cartucce esplose e una terza ancora nel caricatore. Sul posto sono arrivati anche i sei fratelli dell’uomo che parlando di Natola hanno detto che non era una persona violenta e che nulla faceva presagire un fatto del genere.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati