Si intitola “Otra como tù” ed è il nuovo singolo di Mark J Evo, il cantautore innamorato della latina. Un brano reggaeton ritmato e pieno di energia giovane, come i sogni freschi del suo giovane autore.
All’attivo tre singoli di grande impatto social, l’artista va controcorrente e conferma la sua volontà di continuare il progetto in lingua spagnola, il motivo alla base è molto più profondo di quanto possa suggerire il sound semplice e scanzonato delle sue produzioni : “La cultura italiana è più vicina a quella latina che a quella anglosassone. Vorrei infatti ricordare che l’Italia fa parte della cosiddetta Unione Latina, un’istituzione mondiale che riunisce oltre trentasette paesi del mondo accomunati dalla storia e dalle comuni radici della lingua volgare, l’antico latino appunto. Napoli, la mia città, è stata poi dominata dagli spagnoli quelle sonorità linguistiche sono nel nostro dna”.
Cresciuto ascoltando le hit di Santana, Enrique Iglesias, Daddy Yankee ed Alvaro Soler, Mark J Evo sembra aver le idee chiare sul suo futuro: “Nel mio nome la J che sta per Junior, data la mia giovane età, ma EVO vuol simboleggiare l’evoluzione che sempre deve accompagnare la mia crescita artistica ed umana. Voglio lavorare passo dopo passo e migliorarmi. Infatti frequento il Consevatorio dove sto studiando elettronica ed un’accademia di alta formazione dove sto perfezionando il canto”.
Il videoclip di “Otra como tù” (regia di Antonio Amendola ed arrangiamento di Oreste Fiengo), comunicato sul nazionale dall’etichetta indipendente Suono Libero Music, è in totale controtendenza con l’inverno alle porte e ci restituisce un’atmosfera mediterranea e gioiosa. Il cantautore spiega così la scelta: “E’ un brano solare e positivo che parla della forza dell’amicizia che aiuta a far superare i momenti difficili. Ci piaceva l’idea di raccontare i giovani attraverso sorrisi e divertimento e poi le belle canzoni-conclude Evo- sconfiggono il tempo e possono rappresentare un momento di evasione per la gente”.

ADS
LEGGI ANCHE  Truffa un'anziana a Matera, arrestato un napoletano



Regina Ada Scarico, ha lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ha avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ha curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

    de Magistris invita Mimmo Lucano a Napoli dopo il divieto di dimora

    Notizia precedente

    Approvate le linee guida della riforma dell’Ordine dei Giornalisti

    Notizia Successiva

    Ti potrebbe interessare..