IL CASO

Acerbi assolto per mancanza di prove: le motivazioni del giudice sportivo

SULLO STESSO ARGOMENTO

Una decisione controversa del Giudice Sportivo ha sollevato discussioni nel mondo del calcio italiano. Francesco Acerbi, difensore dell’Inter, è stato assolto dalle accuse di discriminazione razziale avanzate da Juan Jesus, calciatore del Napoli, durante l’ultima partita di Serie A.

La sentenza, resa pubblica oggi, riporta alcuni passaggi significativi in cui il Giudice Sportivo argomenta le ragioni della sua decisione. Secondo quanto riportato, l’arbitro ha riferito di quanto segnalatogli da Juan Jesus circa le presunte espressioni offensive di discriminazione razziale da parte di Acerbi.

Tuttavia, il Giudice Sportivo ha stabilito che le offese proferite da Acerbi non sono state percepite da altri presenti in campo o dai rappresentanti della Procura, e che il contenuto discriminatorio è stato percepito solo dal calciatore “offeso”, Juan Jesus. Il Giudice ha sottolineato l’importanza di sanzionare con severità la condotta discriminatoria, ma ha anche evidenziato la necessità di un solido corredo probatorio per irrogare sanzioni così gravi.

Nonostante sia stata raggiunta la prova dell’offesa, il Giudice ha stabilito che il contenuto discriminatorio rimane confinato alle parole del soggetto offeso, senza alcun ulteriore supporto probatorio esterno. La sentenza ha suscitato reazioni contrastanti. Mentre alcuni sostengono che sia necessaria una maggiore severità nei confronti del razzismo nello sport, altri difendono la decisione del Giudice Sportivo, sottolineando l’importanza di rispettare il principio della presunzione di innocenza e di garantire un processo equo e basato su prove concrete.


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


Nocera Superiore, pusher arrestato con crack e cocaina

Ancora un arresto eccellente per la Guardia di Finanza di Salerno nell'ambito delle attività di controllo del territorio. I finanzieri della Compagnia di Cava de' Tirreni hanno infatti arrestato un noto pusher a Nocera Superiore. L'operazione è avvenuta nei giorni scorsi. I militari, a seguito di un'attenta attività di monitoraggio,...

Napoli, al Cardarelli espiantato il cuore a un paziente di 75 anni

L'ospedale Cardarelli, in occasione della giornata nazionale per la donazione degli organi, ha annunciato di aver espiantato il cuore di un paziente settantacinquenne per trapiantarlo con successo in un uomo cinquantenne in lista d'attesa. Questo eccezionale trapianto si è distinto per la generosità della famiglia del donatore e per l'abilità...

Villa Literno, ai domiciliari scappa per spacciare cocaina: arrestato

Era sotto regime di arresti domiciliari per reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti e aveva il permesso di recarsi al lavoro presso un'azienda agricola locale dal lunedì al sabato, dalle 07:30 alle 16:30, previa notifica giornaliera ai Carabinieri. Come di consueto, anche ieri mattina il 46enne di Villa Literno,...

Secondigliano, aggredisce e minaccia la moglie con un palo di ferro: arrestato

Napoli - Un uomo di 48 anni è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Secondigliano per maltrattamenti in famiglia. L'uomo ha aggredito e minacciato la moglie con un palo di ferro, sfondando anche la porta di ingresso della loro abitazione. L'episodio è avvenuto ieri pomeriggio. La donna, in forte...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE