Boscoreale, il pizzaiolo ucciso per un no ai clan del Piano Napoli

SULLO STESSO ARGOMENTO

Forse un no alla richiesta di estorsione dietro l’omicidio Davide Fiorucci, il pizzaiolo di 29 anni ucciso al Piano Napoli di via Settetermini a Boscoreale sotto casa con dieci colpi di pistola stava tornando da lavoro.

Il giovane appunto aveva con i familiari  la gestione di Real Wood e si occupavano solo di pizze da asporto e fritti. E i killer conoscevano, forse, le sue abitudini. Fiorucci aveva un precedente legato al traffico di droga di quando era minorenne nel 2013 fu infatti coinvolto nell’operazione Tortuga che portò in carcere decine di pusher del Piano Napoli.

Ma da allora non aveva più fatto reati. I carabinieri di Torre Annunziata e Boscoreale che indagano sull’omicidio non escludono che i suoi vecchi conoscenti gli abbiano chiesto di rientrare nel giro facendo da custode della doga nella pizzeria e che il suo no abbia portato alla decisione di eliminarlo perchè ormai sapeva troppo e quindi doveva essere eliminato.



    Due settimane fa al piano Napoli arrestati sei persone per traffico di droga

    Due settimane fa proprio al Piano Napoli furono arrestate sei persone per traffico di droga e gli investigatori ora vogliono capire se vi sia una legame con l’omicidio di Davide Fiorucci.

    Gli investigatori hanno sequestrato il suo telefonino per cercare eventuali tracce informatiche dalle chat e dalla messagistica e hanno anche ascoltato tutti i suoi familiari.

    @riproduzione riservata




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE