A Napoli troppi affitti turistici: scatta la petizione contro i B&B

"Stop agli affitti turistici e garantire il diritto alla...

Tre napoletani tra i vincitori del premio Hystrio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Nuovo Teatro Sanità, premio Hystrio Altre Muse, Lino Musella, premio Hystrio all’interpretazione e Francesca Fedeli, premio Hystrio alla vocazione.

PUBBLICITA

Consegnati ieri, lunedì 18 settembre, al Teatro Elfo Puccini di Milano, nel corso della II° edizione di Hystrio Festival, i Premi Hystrio, giunti alla XXXII° edizione. Nel corso della serata finale della manifestazione, sono stati ufficialmente premiati i vincitori, selezionati dalla giuria composta dalla redazione, dalla direttrice Claudia Cannella e da circa 40 giornalisti e critici che collaborano con la rivista Hystrio. Tra coloro che hanno ritirato il prestigioso premio nazionale, tre artisti napoletani: il collettivo ntS’ (vincitore del Premio Hystrio Altre Muse), Lino Musella (premio Hystrio all’interpretazione) e la giovane Francesca Fedeli (premio Hystrio alla vocazione).

Un lungo applauso, alla fine della lettura della motivazione dedicata al Nuovo Teatro Sanità, nella quale si legge: «Gelardi e il suo gruppo hanno fatto della Chiesa di Piazzetta San Vincenzo un’eccellenza nella formazione drammaturgica, un luogo di residenza creativa, un laboratorio sui linguaggi teatrali, aperto ai più giovani e uno spazio in cui ascoltare altre lingue, e nuove storie, scritte, dirette e interpretate spesso da talenti sconosciuti. E dunque: 223 spettacoli, 487 repliche complessive, un numero incalcolabile di spettatori, il riconoscimento in ambito FUS, i progetti internazionali. Sono fatti che non sono bastati tuttavia al Comune di Napoli e alla Regione Campania per impedire, nel novembre 2022, l’interruzione dell’attività di spettacolo e dal 5 luglio scorso, la concretizzazione di uno sfratto».

Tra i più rilevanti premi del panorama teatrale italiano, il Premio Hystrio si articola in differenti sezioni dedicate ai diversi ambiti e talenti della scena, dalla regia all’interpretazione, dalla drammaturgia alla progettualità, dalle compagnie emergenti a quelle che valorizzano il linguaggio del corpo. Hanno vinto il Premio Hystrio 2023: Lisa Ferlazzo Natoli (Premio Hystrio alla Regia); Emanuele Aldrovandi (Premio Hystrio alla drammaturgia); Les Moustaches (Premio Hystrio-Iceberg); Zaches Teatro (Premio Hystrio-Corpo a Corpo); lo spettacolo Supplici di Euripide, regia di Serena Sinigaglia, prodotto da Atir.

Completano il palmares, il vincitore e i segnalati del Premio Hystrio Scritture di Scena 2023: Camilla Dania per Ma-Donna (Premio Hystrio Scritture di Scena 2023); Niccolò Matcovich per Dittico della deriva (menzione Premio Hystrio Scritture di Scena 2023); Chiara Arrigoni per Le nuove madri (segnalazione Premio Hystrio Scritture di Scena 2023 “Romauropa per Situazione drammatica); Tommaso Fermariello per Ultimi uomini (segnalazione Premio Hystrio Scritture di Scena 2023 “Fabulamundi Beyond Borders?”); Rossella Fava per M(other) (segnalazione Premio Hystrio Scritture di Scena 2023 “In Scena! Italian Theater Festival New York”).

Nel corso della serata è stato inoltre ospitato il Premio Mariangela Melato, assegnato dalla omonima associazione a due giovani attori: Roberta Lidia De Stefano e Alessandro Averone.

Il Premio Hystrio è parte di Hystrio Festival, iniziativa inserita nel palinsesto del Comune di Milano “Milano è viva” ed è realizzata con il contributo di MiC Ministero della Cultura, Fondazione Cariplo e con il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Milano.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui



I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE