🔴 ULTIME NOTIZIE :

google news

TikTok lo ammette: può a sua discrezione rendere virali o meno i video

I sospetti che alcuni contenuti TikTok potessero essere pilotati verso il successo trova finalmente conferma. […]

    I sospetti che alcuni contenuti TikTok potessero essere pilotati verso il successo trova finalmente conferma. La società ha confermato a Forbes che alcuni dei suoi dipendenti negli USA hanno la capacità di aumentare le visualizzazioni dei video per “introdurre celebrità e creatori emergenti alla comunità di TikTok”.

    La dichiarazione fa parte di un rapporto sull’uso del fatidico pulsante “Heating” di TikTok, il quale secondo la fonte può essere utilizzato per inserire video selezionati nella pagina “Per te” degli utenti, aumentando così le visualizzazioni e aggirando l’algoritmo che dovrebbe guidare l’esperienza di TikTok.

    Il portavoce di TikTok, Jamie Favazza, ha però voluto chiarire che aumentare le visualizzazioni di video specifici non è l’unica ragione alle spalle di questo modus operandi. Capita anche che la funzione venga sfruttata per promuovere video che aiutino a diversificare l’esperienza. Favazza ha anche sostenuto che TikTok non utilizza spesso questa funzione, affermando che solo lo “0,002% dei video nella pagina “Per te” sono frutto di questa particolare spinta. Eppure il documento interno ottenuto da Forbes dive tutt’altro e i video che hanno ricevuto una spinta di visibilità potrebbero raggiungere circa l’1-2%” del totale delle visualizzazioni giornaliere dei video.

    Naturalmente i contenuti di questo tipo non hanno un’etichetta per mostrare che sono stati promossi da TikTok, come avviene con le pubblicità o i post sponsorizzati, ma appaiono come qualsiasi altro video comparso grazie all’algoritmo.

    Il report non sorprende più di tanto e a onor del vero TikTok non è l’unica piattaforma di social media ad utilizzare tecniche artificiali per aumentare la visibilità dei video. Facebook, ad esempio, è stata accusata di mostrare conteggi di visualizzazioni gonfiati per attirare inserzionisti e aziende di tipo mediatico sulla piattaforma.

    Ma questo metodo di promozione dei contenuti potrebbe avere altri risvolti negativi e creare un effetto simile a quello descritto per Facebook, ovvero gli utenti potrebbero pensare di avere maggiori possibilità di successo su TikTok di quanto in realtà non abbiano. Il report arriva in un momento in cui TikTok sta affrontando una forte concorrenza da parte di piattaforme come YouTube e Instagram, che stanno offrendo maggiori opportunità di guadagno ai creatori attraverso la condivisione di ricavi pubblicitari. Inoltre, TikTok ha un fondo per i creator selezionati e un modello limitato di condivisione degli annunci, il che potrebbe dare un vantaggio ai suoi competitor.

    Proprio a fine dicembre TikTok ha fornito maggiori spiegazioni sul meccanismo di scelta dei video presenti nella sezione “Per te”, promettendo una maggiore trasparenza in futuro, ma alla luce delle nuove rivelazioni le cose stanno prendendo una piega del tutto inedita.

    Continua a leggere



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita