Festival di Ravello con Servillo, Preziosi e Oropesa

SULLO STESSO ARGOMENTO

Lo scenario non sarà la terrazza di Villa Rufolo, ma l’auditorium Oscar Niemeyer; gli eventi non impegneranno una stagione intera, ma i tre appuntamenti che faranno da cartellone invernale per il Festival di Ravello rappresentano anche una sfida sul piano della produzione di eventi culturali esclusivi, che la Fondazione punta anche a esportare.

Si comincia sabato 11 dicembre prossimo, con Toni Servillo, che interpreterà un monologo scritto per la Fondazione Ravello da Giuseppe Montesano, sull’universo dantesco rivisto nella contemporaneità.

Si prosegue il 19 dicembre con Alessandro Preziosi che, accompagnato da Stefano Di Battista e Daniele Sorrentino, leggerà i versi del Sommo Poeta sulle note jazz di grandi autori contemporanei e classici. E infine il concerto di Santo Stefano, che ricalca l’ormai tradizionale concerto all’alba della stagione estiva, come appuntamento clou.



    Un concerto il 26 dicembre non esiste – spiega il direttore artistico Alessio Vlad – È particolarmente difficile organizzarlo, perché significa che le orchestre devono provare il giorno di Natale. La forza di Ravello è tale che gli artisti preferiscono fare le feste qui“.

    Il 26 dicembre la soprano Lisette Oropesa, accompagnata dalla Nuova Orchestra Scarlatti diretta da Fabrizio Maria Carminati, si esibirà, nel genere che più di ogni altro ha esplorato ed esaltato il rapporto tra musica e parola ed ovvero il melodramma, nel Concerto di Santo Stefano.

    L’evento punta a diventare una tradizione, diversamente dai concerti di Capodanno. Anche in questo caso l’evento si terrà nell’Auditorium Oscar Niemeyer, recentemente ristrutturato.

    È un programma molto intrigante– sottolinea il presidente della Regione Campania Vincenzo De LucaQuesto legame tra musica, parola e Dante è qualcosa di un fascino straordinario. Non può non incuriosire e appassionare. Avremo grandi presenze. Ci ritroveremo a vivere momenti di grande cultura e di grande profondità del pensiero. Saremo strappati alla quotidianità e ritroveremo un’altra dimensione che è quella che ci aiuta ad andare avanti“.


    Torna alla Home


    Un polo fieristico dedicato alla zootecnia destinato a diventare il più grande d’Italia e pronto a lanciare la sfida all’Europa. Una iniezione di fiducia ai giovani e la grande volontà di completare le opere dedicate al segmento dell’agricoltura iniziate negli ultimi anni. Questi i buoni propositi lanciati da Casa Coldiretti...
    Napoli affonda nella delusione dopo la sconfitta casalinga contro l'Empoli. L'amarezza per un anno senza successi dopo lo scudetto è profonda, e l'atteggiamento svogliato di Osimhen e compagni ha fatto guadagnare loro l'indifferenza di una città che solo 12 mesi fa festeggiava il titolo fino a tarda notte. La disillusione...
    Violenza all'esterno dello stadio Arechi prima del match tra Salernitana e Fiorentina. Dieci agenti delle forze dell'ordine sono rimasti feriti negli scontri tra le due tifoserie. Secondo quanto riferito dalla Questura di Salerno, tre agenti sono stati trasportati in ospedale per le cure del caso, mentre gli altri sette sono...
    Antonio Scurati, ha recitato (e in parte aggiunto) a Napoli, durante l'evento Repubblica delle Idee, il monologo sul 25 aprile che avrebbe dovuto essere presentato su Rai3 da Serena Bortone. Il pubblico ha interrotto l'autore più volte con applausi. "Il fascismo è stato, per tutta la sua esistenza storica e...

    IN PRIMO PIANO