incubo spartak



Incubo Spartak e il in emergenza cade anche in Russia: seconda sconfitta su due contro lo Spartak, vittorioso con il risultato di 2-1. Decisiva una doppietta di Sobolev, inutile il gol nella ripresa di Elmas: gli azzurri si giocheranno tutto all’ultima giornata contro il Leicester.

Due novità nell’undici di rispetto alle anticipazioni della vigilia: turno di riposo per Rrahmani e Fabian Ruiz, inizialmente indirizzati verso un posto fra i titolari. Davanti alla porta difesa da Meret ci vanno Koulibaly e Juan Jesus, con Di Lorenzo e Mario Rui sulle fasce. A centrocampo la sorpresa è Zielinski, spostato al fianco di Lobotka. Rivoluzionato, quindi, anche il reparto offensivo: giocano sia Mertens che Petagna, con il belga che scala sulla trequarti al fianco di Elmas e Lozano.

ADS

L’avvio di gara è un vero e proprio incubo per il Napoli: dopo appena 1’ lo Spartak guadagna un calcio di rigore per un fallo di Lobotka su Promes. Dal dischetto Sobolev non sbaglia, spiazzando Meret e portando i russi sull’1-0. I minuti successivi confermano la difficoltà degli azzurri di fare gioco, con i padroni di casa che si rendono nuovamente pericolosi con Moses all’11’. Ospiti che provano a scuotersi qualche minuto dopo con Elmas: il portiere avversario Selikhov si oppone con una gran parata quasi sulla linea di porta. Al 25’ partenopei ancora vicini al gol: Zielinski riceve un pallone in area e prova la girata, ma Selikhov, quasi spiazzato, si oppone comunque a mano aperta. Poco dopo la beffa: Moses salta Mario Rui e trova ancora Sobolev, che sovrasta Koulibaly di testa. Palla in rete e 2-0 per lo Spartak al 28’. La prima frazione si chiude quindi con i russi avanti di due reti.

LEGGI ANCHE  Terra dei Fuochi, attività Interforze a Quarto: controllati diversi cantieri e scavi

Buona la reazione del ad inizio secondo tempo: al 51’ il gol annullato a Di Lorenzo spaventa i padroni di casa: il check del VAR conferma però il tocco di Petagna e la conseguente posizione di fuorigioco. Gli azzurri devono quindi aspettare il 64’ per riaprire l’incontro: bella giocata di Petagna che salta un difensore e alza il pallone per la testa di Elmas, che mette in rete il 2-1. Gli uomini di continuano a fare la partita, a caccia del pari: dopo una buona chance per Sobolev, che dalla distanza sfiora la tripletta, arrivano due ottime chance per Di Lorenzo e Zielinski, ma entrambi i tentativi si spengono sul fondo. I partenopei arrivano però stanchi nel finale: le occasioni vengono sempre meno, con i padroni di casa che riescono ad indirizzare gli ultimi minuti di partita a loro favore. Spartak maledetto, quindi, per e i suoi: altra sconfitta e situazione nel girone che si complica, a 90 minuti dalla sua conclusione.

Vincenzo Scarpa

@RIPRODUZIONE RISERVATA



Vincenzo Scarpa, studente di Scienze Politiche all'Università di Napoli Federico II. Appassionato di qualsiasi tipo di sport e serie tv, ama scrivere e parlare di calcio

Il Premio Bianca d’Aponte torna in tour

Notizia precedente

Altri 85 morti covid in Italia: tasso di positività al 2,2%

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..