Morto Gian Piero Galeazzi all’età di 75 anni il popolare giornalista romano ed ex canottiere azzurro.

L’ex giornalista storico della Rai aveva 75 anni ed era malato da tempo. Era conosciuto anche con il soprannome di Bisteccone.
Indimenticabili le sue telecronache, in particolare quelle dell’amato canottaggio con i trionfi olimpici dei fratelli Abbagnale.

ADS

A darne la notizia i colleghi su Twitter, dal direttore del Tg5 Clemente Mimun a Massimo Caputi.

Dal calcio, al tennis, al canottaggio, con la sua voce ha raccontato le imprese dei fratelli Abbagnale, lo  scudetto del direttamente dagli spogliatoi del San Paolo ed è stato per diverse stagioni il conduttore di Novantesimo Minuto. Galeazzi era tornato in televisione nelle ultime stagioni, raccontandosi a Domenica In, ospite di Mara Venier, dopo un periodo di lontananza dalla Tv.

Origini paterne di Novara, laureato in Economia, ha lavorato nell’ufficio marketing e pubblicità della FIAT a Torino. Fu professionista nel canottaggio: vinse il campionato italiano nel singolo nel 1967 (che gli valse la medaglia di bronzo al valore atletico) e nel doppio con Giuliano Spingardi nel 1968 e in quell’anno partecipò alle selezioni per le Olimpiadi del 1968 a Città del Messico.

Nel 1972 la prima Olimpiade da inviato a Monaco di Baviera; per un imprevisto a Mirko Petternella effettuò la sua prima radiocronaca nella sua disciplina, il canottaggio. Con l’arrivo di Emilio Rossi alla direzione del TG1 passò in televisione, alternandosi con Guido Oddo nelle telecronache del tennis fino al suo ritiro nel 1984.

LEGGI ANCHE  Tutte le soluzioni per arrivare agli Aeroporti di Roma Ciampino e Fiumicino da Napoli e Sorrento

Per il canottaggio ha seguito 6 edizioni dei Giochi Olimpici fino ad Atene nel 2004. Dal 2008 ai Giochi Olimpici di Pechino. Domenica Sportiva, Mercoledì Sport, 90° minuto alcune delle trasmissioni che lo hanno visto protagonista. Memorabili le sue telecronache in occasione delle medaglie d’oro nel canottaggio di Giuseppe e Carmine Abbagnale alle olimpiadi di Seoul 1988 e di Antonio Rossi e Beniamino Bonomi a Sydney 2000, caratterizzate da un debordante, strangolato entusiasmo.

“E andiamo a vincere”, è il volume scritto da Giampiero Galeazzi dedicato alla storia sportiva dei Fratelli Abbagnale. Nell’estate 2009 commentò le partite della Confederations Cup con Jacopo Volpi e Zbigniew Boniek. Per la stagione 2009-2010 fu commentatore calcistico nella trasmissione 90º minuto assieme a Franco Lauro e in Replay con Zibi Boniek.

Negli anni 90 fu al seguito delle principali formazioni di raccontando dagli spogliatoi lo scudetto del Napoli. “Raccontare le straordinarie vittorie degli Abbagnale è ancora oggi una emozione unica per me – disse Galeazzi – come quelle del degli scudetti. Oggi tutto quello che ho fatto, entrare negli spogliatoi e intervistare chiunque, non sarebbe possibile, perché è tutto freddo e prestabilito”.

Tifoso della Lazio, ha due figli giornalisti: Susanna, conduttrice del TG5, e Gianluca, giornalista nella redazione del TG LA7.



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Sessa Aurunca, maresciallo dei carabinieri muore a 46 anni

Notizia precedente

Bomba ecologica in via Saragat, al via la pulizia dell’area

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..