arianna flagiello



“Nessuno potra’ riportare Ary tra noi, ma sapere che la Giustizia ha saputo leggere la tragedia vissuta da mia sorella, ci solleva e ci fa sentire meno soli”.

A parlare e’ , sorella di Arianna, la 31enne che presa dallo sconforto si suicido’ a dopo l’ennesima lite con l’ex Mario Perrotta, ieri condannato in via definitiva a 19 anni di reclusione. “Questa sentenza fara’ storia, – sottolinea Valentina – perche’ si e’ finalmente arrivati alla comprensione che le parole uccidono, feriscono ma non lasciano segni visibili all’esterno. Restano nell’anima. Un grazie a tutti coloro che ci hanno abbracciati e ci hanno dato la forza di non mollare”, ha concluso la sorella di Arianna.

ADS

Per la criminologa , che ha assistito la famiglia Flagiello lungo tutto l’iter processuale nella veste di consulente di parte: la sentenza con la quale e’ stato condannato Perrotta “e’ stata fondamentale e ha creato a mio avviso un precedente importante. Tante volte le violenze psicologiche sono trattate in maniera piu’ leggera rispetto a quelle fisiche ma in realta’ anche questa tipologia di maltrattamento puo’ uccidere e il caso Flagiello lo ha dimostrato. Arianna e’ stata uccisa dalle mortificazioni e dalle vessazioni mentali che il Perrotta le ha creato, offendendola, umiliando e minacciandola verbalmente.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, morte di Arianna Flagiello: la Cassazione conferma i 19 anni di carcere per l’ex

In questi casi non ci sono ne’ vincitori ne’ vinti, nulla restituira’ Arianna ai suoi cari ma, il martirio di questa giovane donna non e’ stato vano. Oggi, la giustizia ha fatto un grande passo in avanti dando speranza attraverso la sentenza Flagiello a tante donne ancora impaurita e indecise sul denunciare. Che ben vengano queste pene giuste, io sono convinta che solo punendo aspramente questi gesti meschini si puo’ tentare di scoraggiare gli uomini violenti dal compiere gesti cosi’ efferati. La giustizia c’e’, e i cittadini devono saperlo”, ha concluso Formicola.

LEGGI ANCHE  Caserta, truffa del postamat: finto operatore spilla 5mila euro a una donna

 



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Gli eventi a Cetara per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Notizia precedente

‘Il Desiderio di essere l’ultima’, storie di crimini contro le donne

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..