Napoli. Svolta choc nell’inchiesta sulla morte del piccolo di 4 anni caduto ieri dal balcone di casa  al terzo piano in via Foria a Napoli.

Per delega del Procuratore della Repubblica di Napoli, si comunica che ieri è stato eseguito il fermo, decretato dal Pubblico Ministero, di , di anni 38, ritenuto gravemente indiziato dell’omicidio del piccolo Samuele avvenuto in via Foria. Il provvedimento è sottoposto al giudizio di convalida del Giudice.

ADS

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, inchiesta sulla morte del bimbo in via Foria

Il fermato era presente in casa al momento della tragedia. Faceva il domestico in casa e aiutava la mamma del piccolo Samuele, che è incinta all’ottavo mese di un altro figlio. L’uomo in stato di fermo sarà sottoposto a perizia psichiatrica.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, le prime ammissioni dell’assassino del piccolo Samuele

LEGGI ANCHE  Il vescovo di Napoli celebra i funerali dei 2 ragazzi uccisi a Ercolano

Samuele era stato trovato senza vita sul marciapiede di via Foria a ieri prima dell’ora del pranzo. In un primo momento si pensava che il bimbo avesse potuto scavalcare la ringhiera del balcone in ferro a motivi geometrici, non troppo alta, e lanciarsi nel vuoto. Ma dalle risultanze investigative della Scientica e della squadra Mobile di si e’ delineato un nuovo tragico scenario: Samuele era stato ucciso



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Cosenza, cade da balcone di casa: grave una bimba di 11 anni

Notizia precedente

A Nola, omaggio a Renato Carosone

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..