Case Gialle Pianura

Il degrado senza fine alle Case Gialle Pianura tra abbandono delle istituzioni e l’inciviltà dilagante. Borrelli: “Abbiamo sollecitato l’assessore all’ambiente ad intervenire

Case Gialle Pianura discarica a cielo aperto

È ancora d’emergenza la situazione rifiuti nel complesso residenziale al centro di via Montagna Spaccata del villaggio Caritas, meglio conosciuto come le “Case Gialle”, nel quartiere di Pianura nella periferia occidentale della città di Napoli.

Come segnalato dai residenti al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, l’area si presenta come un ‘immane discarica a cielo aperto dove degrado e monnezza sono gli unici protagonisti di un territorio abbandonato dalle istituzioni e vittima dell’inciviltà.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, rimosse 49 auto abbandonate in strada a Pianura

“Ci siamo confrontati con l’assessorato all’ambiente del Comune che ci ha comunicato che stanno per intervenire anche se ritengono siano rifiuti provenienti da altri comuni. In ogni caso abbiamo sollecitato degli interventi immediati, questa è una bomba ecologica, pericolosa per l’ambiente e per gli abitanti anche per il rischio roghi a cui si può andare incontro. Per curare il male a monte è assolutamente necessario installare delle fototrappole per inchiodare e punire gli incivili e gli eco-criminali che trasformano il quartiere in una gigantesca discarica.

LEGGI ANCHE  Al maestro Riccardo Muti il Premio 'Guido Dorso'

Case Gialle Pianura

case gialle pianura

Bisogna cambiare marcia, c’è necessità di modificare radicalmente la cultura dell’inciviltà fomentata anche dall’abbandono delle istituzioni. I cittadini non possono più vivere in queste condizioni, non possono più essere lascati soli.”- sono state le dichiarazioni del Consigliere Borrelli.


Di Chiara Carlino

Ti potrebbe interessare..