zinzi sindaco caserta

Cosi’, in un post sulla sua pagina Facebook, il consigliere regionale della Lega Gianpiero Zinzi scioglie la riserva sulla proposta di candidatura

Zinzi: “Mi candido a sindaco di Caserta”

“Si’, ho dato la mia disponibilita’ a candidarmi a sindaco di Caserta. Vivo la citta’, la respiro, ne soffro i limiti a cui e’ costretta, ma soprattutto la amo”. Cosi’, in un post sulla sua pagina Facebook, il consigliere regionale della Lega Gianpiero Zinzi scioglie la riserva sulla proposta di candidatura per le amministrative del prossimo autunno avanzata il 7 giugno scorso dai partiti di centro-destra del Casertano, rappresentati dal coordinatore provinciale di Forza Italia, Carlo Sarro, della Lega Salvini Premier, Salvatore Mastroianni, e di Fratelli d’Italia, Marco Cerreto.

Zinzi entra in campo come maggiore antagonista del candidato di centro-sinistra Carlo Marino (Pd), attuale sindaco di Caserta, che per ora non ha ancora incassato il sostegno dei Cinque Stelle, divisi sul supporto a Marino. Compatto il centrodestro nell’indicare Zinzi, ritenuto “l’esponente piu’ autorevole in grado di mobilitare l’intera area politica di centrodestra e di creare il giusto entusiasmo che dovra’ accompagnare la campagna elettorale dei partiti dell’alleanza”. Nell’accettare la candidatura, Zinzi pone pero’ una condizione discriminante.

LEGGI ANCHE  Maltempo, il presidente della Provincia di Salerno: 'Alta guardia a Sarno'

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Campania, Zinzi capogruppo della Lega positivo al covid

“La mia disponibilita’ – scrive Gianpiero Zinzi – e’ condizionata ad un impegno delle forze del centrodestra in Parlamento. Chiedo la garanzia di un #SalvaCaserta, che affronti e risolva la disastrosa situazione finanziaria dell’Ente, frutto di una pessima gestione del recente passato. Quello che non vi dicono – aggiunge – e’ che la possibilita’ che il prossimo sindaco debba dichiarare un nuovo dissesto finanziario e’ praticamente una certezza. Stiamo messi come e peggio di Napoli.

zinzi

 

Bella l’eredita’ della sinistra in Campania. Per questo serve un impegno nazionale per la nostra Citta’, un provvedimento che ci liberi da un aumento delle tasse comunali e da un taglio dei servizi. Una misura che salvi il futuro della nostra citta’, che ci consenta di costruire una stagione del cambiamento, col contributo di tutti, forze politiche e sociali, cittadini spinti dalla passione e dall’amore per la nostra comunità”, conclude il neo-candidato.


Di Chiara Carlino

Ti potrebbe interessare..

Altro Politica