Napoli, sempre meno spiagge accessibili e sempre più sporche

Gli scoglioni di Marechiaro, una bellezza posillipina deturpata da degrado e sozzure.

soglioni marechiaro
Foto dal web
google news

Napoli, sempre meno spiagge accessibili e sempre più sporche. Gli scoglioni di Marechiaro, una bellezza posillipina deturpata da degrado e sozzure.

A Napoli le spiagge pubbliche accessibili diminuiscono ogni anno e quelle che sulla carta resterebbero fruibili dai bagnanti si presentano, però, il più delle volte, in condizioni pietose a causa dall’inciviltà.

Ne sono un fulgido esempio gli scoglioni di Marechiaro che, come segnalato da cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, sono invasi da cartacce, bottiglie, buste e spazzatura.

“Gli ‘zozzoni’ sono ovunque purtroppo e lasciano il ‘segno’ in tutti i luoghi a cui fanno visita. E’ una mentalità malata che va combattuta e rieducata attraverso un programma che preveda punizioni severe per chi porta degrado nei luoghi pubblici e delle campagne di sensibilizzazione che possano far capire, soprattutto agli incivili, che tutelare e rispettare il proprio territorio vuol dire rispettare anche sé stessi.”- commenta il Consigliere Borrelli.

scoglione-marechiaro
Foto di archivio

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE Caserta, guerriglia nella movida a Corso Trieste: un arresto e un 16enne denunciato

“Sono davvero moto scoraggiato, mi viene da pensare che forse non meritiamo queste bellezze, questi luoghi, questo paesaggio se trattiamo così le nostre spiagge che diventano sempre meno numerose ogni anno che passa. Chiederemo ad Asia di installare un numero maggiore di cestini per i rifiuti a Marechiaro in modo da poter arginare il fenomeno dell’inciviltà che però va combattuta soprattutto dai cittadini, cambiando modo di pensare e di vivere.”- conclude Gianni Caselli, consigliere di Europa Verde della Municipalità I.

21 Giugno 2021 @ 11:51 / Cronache della Campania