Dopo la morte della piccola Margarita, la bimba tedesca di 4 anni, la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania  ha disposto il sequestro del dei Fortini a Palinuro.

Il procuratore capo Antonio Ricci e il sostituto procuratore Antonio Pizzi, incaricheranno dei consulenti che dovranno valutare lo stato dei luoghi ed effettuare ulteriori accertamenti per appurare eventuali responsabilita’.

Secondo una prima ricostruzione la bimba, mentre stava facendo con i genitori, le tre sorelline ed il fratellino, si e’ improvvisamente allontanata, trovando sul suo cammino lo strapiombo. Un volo in acqua da un’altezza di circa 30 metri che si e’ rivelato fatale. L’esame esterno effettuato dal medico legale Adamo Maiese ha stabilito che la morte della piccola e’ sopraggiunta per annegamento.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Sub disperso trovato morto nelle acque di Ercolano

Un volo di palloncini bianchi accompagnato dal suono dei clacson di centinaia di moto. Cosi’ la comunita’ di Centola  ha salutato Margarita, la bimba di quattro anni deceduta ieri a Palinuro mentre percorreva un di insieme ai genitori, alle tre sorelline e al fratellino.

Il sindaco Carmelo Stanziola, l’Amministrazione comunale e la Pro Loco questa mattina hanno voluto rivolgere un pensiero alla piccola e alla sua famiglia: durante un motoraduno in programma al porto – distante pochi metri dal luogo della tragedia – e’ stato organizzato un momento di raccoglimento.

Gli accertamenti, coordinati dal sostituto procuratore Antonio Pizzi, sono stati delegati alla Capitaneria di Porto di Palinuro, guidata dal comandate Francesca Federica Del Re. Militari e pm nella giornata di ieri hanno ascoltato i genitori della piccola che hanno raccontato quanto accaduto in quei tragici istanti. Secondo una prima ricostruzione Margarita, mentre percorreva il dei Fortini, si e’ improvvisamente allontanata, trovando sul suo cammino lo strapiombo. Un volo in acqua che si e’ rivelato fatale. Dopo l’esame esterno la salma e’ stata messa a disposizione dei genitori, in modo da consentire ai familiari di poter organizzare il rientro in Germania.