Reddito di cittadinanza a familiari di camorristi: sequestrati 190mila euro

Operazione della Guardia di Finanza che colpisce 14 persone tra Marano, Caivano, Sant'Antimo, Giugliano, Casandrino, Afragola e Villaricca

google news

Napoli, sequestrati 190mila euro a 14 “furbetti del reddito di cittadinanza” familiari di persone condannate per camorra.

La Procura della Repubblica di Napoli Nord, nell’ambito delle indagini che sta conducendo sull’illecita percezione del reddito di cittadinanza, ha chiesto e ottenuto dal gip l’emissione di provvedimenti di sequestro preventivo delle somme ricevute da 14 persone nel periodo tra aprile 2019 e aprile 2021.

In particolare il Comando provinciale della Guardia di finanza di Napoli, che era stato delegato per le indagini, ha accertato che nei nuclei familiari degli indagati vi erano soggetti condannati per il delitto di associazione camorristica, fatto ostativo alla percezione del reddito di cittadinanza.

La polizia giudiziaria questa mattina ha eseguito i provvedimenti di sequestro, effettuando 14 perquisizioni domiciliari nei confronti degli indagati e sottoponendo a sequestro 190mila euro e le carte prepagate utilizzate per l’erogazione del beneficio. Le perquisizioni e i sequestri sono stati eseguiti in diverse zone dell’area nord della provincia di Napoli , tra le quali, Marano, Caivano, Sant’Antimo, Giugliano in Campania, Casandrino, Afragola e Villaricca.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Maltempo a Caserta, allagata la galleria della Reggia

Chiuso temporaneamente il tratto della SS700 "della Reggia di Caserta" dal km 8,700 al km 10,500

Incendio a San Valentino Torio: monitoraggio dell’Arpa Campania. Il video

Divieti di uscire per strada parte dei sindaci di san Valentino Torio e Nocera

Servizio Civile, diventa un operatore volontario. Disponibili 2613 posti

Disponibili 2613 posti per gi under 30

Jabil, 190 licenziamenti: questa mattina assemblea straordinaria davanti ai cancelli

Dopo l'annuncio da parte della jabil della conferma di 190 licenziamenti

IN PRIMO PIANO

Pubblicita