Il Comando Provinciale della di Napoli ha scoperto, nel quartiere Stella rione Sanità, una vera e propria “fabbrica del falso” sequestrando più di 7000 articoli contraffatti o privi di marchio e 100 macchinari e strumenti di produzione industriale.

In particolare, i “Baschi Verdi” del Gruppo Pronto Impiego hanno notato trasferimenti sospetti di merci e fermato alcuni individui che uscivano, circospetti, da un edificio.

La successiva ispezione dell’appartamento all’interno dello stabile e di un locale nelle vicinanze ha portato alla scoperta di un destinato alla produzione di , attrezzato con macchinari altamente specializzati, utilizzati per la produzione in serie della merce contraffatta, e materiale utile all’assemblaggio e al confezionamento della stessa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Ripreso Pippotto l’ergastolano fuggito dal carcere di Perugia

Tutti i capi d’abbigliamento sequestrati, principalmente etichette e modelli di borse recanti noti marchi contraffatti (“Gucci”, “Louis Vuitton”, “Fendi”, Armani”), erano ammucchiati alla rinfusa e in scarse condizioni igieniche, e quindi potenzialmente pericolosi per la salute dei futuri acquirenti, in quanto sprovvisti di validi certificati di conformità.

Tra i macchinari sottoposti a sequestro, infatti, vi era anche una stampante laser professionale adibita a riprodurre falsi certificati di conformità delle borse da commercializzare.

Denunciati 4 responsabili, tutti napoletani, per contraffazione e ricettazione. L’operazione rientra nell’ambito della costante azione di contrasto della contraffazione da parte delle Fiamme Gialle partenopee a difesa non solo del Made in Italy e della sicurezza dei prodotti, ma anche degli imprenditori onesti e dei consumatori.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..