Foto dal web


Tutto pronto per traslocare nel suo nuovo appartamento. Arredamento nuovo di zecca e tanto da fare quando, all’improvviso, i proprietari della casa dove Raffaele aveva scelto di vivere decidono di interrompere la pratica di affitto perché non d’accordo con i suoi orientamenti sessuali.

Nel 2021 a Marcianise, il trentenne Raffaele si vede negare l’affitto di un appartamento perché gay.

La denuncia di Raffaele, attraverso un video, viene ripresa da NanoTv.

“Che nel 2021 accadano ancora queste cose non è solo vergognoso ma è sconcertante e preoccupante. Invece di progredire stiamo regredendo.

Oggi si fano tanti appelli, si lanciano tanti messaggi di sensibilizzazione contando sulle nuove linee di comunicazioni, oggi a disposizione, che permettono di raggiungere in maniera istantanea milioni di persone eppure ancora troppe persone preferiscono crogiolarsi nella loro ignoranza, perché così è molto più comodo, è più facile ragionare credendo che tutti i problemi della società e anche individuali siano riconcedibili ad intere ‘categorie’ di individui, etichettati come fossero merce da esporre in un market, e così si dà la colpa oggi agli omosessuali, domani agli immigrati, dopodomani a quelli più deboli. Non riusciamo proprio comprendere come l’orientamento sessuale di una persona venga considerata una caratteristica cha va ad influire sulla vita lavorativa, sociale e su quella quotidiana.

Affiancheremo Raffaele e tutti coloro che costantemente sono vittime di discriminazioni nella loro battaglia, daremo loro tutto il sostegno ed il supporto necessari, non soltanto morali. Questa storia non finirà qui, si andrà fino in fondo.”- hanno commentato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli ed il conduttore radiofonico de La radiazza Gianni Simioli.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..