Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Rubriche

Spettacoli. ‘Shakespare-Bach’ con Charlotte Rampling, rinviato all’edizione 2021 del NTFI

Pubblicato

il

rampling


L’atteso spettacolo “Shakespare-Bach”, con Charlotte Rampling e Sonia Wieder-Atherton, previsto in un primo tempo per il 30 dicembre al teatro Bellini, sarà riprogrammato nell’edizione 2021 del Napoli Teatro Festival Italia.

 

 

 

La Direzione Artistica, alla luce del perdurare dell’emergenza sanitaria internazionale e tenuto conto della volontà manifestata dalla Compagnia, ha deciso di posticipare l’evento alla prossima sessione estiva.

Lo spettacolo, prodotto da “Les visiteurs du soir”, in co-realizzazione con Fondazione Campania dei Festival-Napoli Teatro Festival Italia, è una suite per violoncello che coniuga, in un effetto ipnotico di pura magia teatrale, i sonetti di William Shakespeare con le musiche di Johann Sebastian Bach.

Voce, Charlotte Rampling
Violoncello, Sonia Wieder-Atherton
Sonetti di William Shakespeare
Suite di Jonathan Sebastian Bach
Design, Sonia Wieder-Atherton – Charlotte Rampling
Luci, Jean Kalman
Assistente luci e video Quentin Balpe
Testi, Sonia Wieder-Atherton, Andrè Markowitz
Produzione Les Visiteurs Du Soir
In co-realizzazione con Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia

Dopo aver lavorato su Sylvia Plath e Benjamin Britten, Charlotte Rampling e Sonia Wieder-Atherton collaborano per realizzare un nuovo progetto: una suite per violoncello creata a partire dai sonetti di Shakespeare e dalle musiche di Bach. L’idea è quella di unire le loro voci, facendo in modo che il tempo richiesto per recitare un sonetto sia lo stesso riservato alla musica. Se il sonetto prende un minuto, le note gli vanno dietro, determinando il ritmo. Il risultato è quasi ipnotico.

[ph. Quentin Balpe]

Aggiornati sulle attività del NTFI: https://napoliteatrofestival.it/

Potrebbe interessarti anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/08/napoli-teatro-festival-italia-vince-la-sfida-e-chiude-con-successo-la-xiii-edizione/

Chi è Charlotte Rampling?
https://welovecinema.it/2019/02/14/berlinale-69-e-il-giorno-di-charlotte-rampling-orso-doro-alla-carriera-di-questedizione-icona-europea-di-un-cinema-dautore-il-festival-la-festeggia-oggi-con-il-portiere/

Guarda la sua ultima intervista:

Continua a leggere
Pubblicità

Musica

Overture, nuovo inedito in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali

Pubblicato

il

Overture
foto comunicato stampa

E’ disponibile in rotazione radiofonica “Sono come non pensavi tu” (Noize Hills Records), nuovo inedito della band Overture disponibile su tutte le piattaforme di streaming dal 26 novembre.

La fase iniziale di un rapporto è il trionfo dell’idealizzazione dell’altra persona: niente difetti, niente ostacoli. L’innamoramento domina incontrastato incidendo non soltanto su ciò che proviamo, ma anche su ciò che pensiamo. Poi il tempo passa, la nebbia si dissolve e scopriamo che l’altra persona non è esattamente così come l’avevamo disegnata nella nostra testa. “SONO COME NON PENSAVI TU”, nuovo brano degli OVERTURE, parla di quell’esatto momento in cui qualcuno che amiamo ci guarda e, per la prima volta, ci vede davvero per quello che siamo, o che non siamo.

Spiega Davide Boveri, frontman della band, a proposito del nuovo singolo: «Questa canzone l’ho scritta partendo dai miei soliti sbalzi d’umore e picchi di bipolarismo. Mi sono chiesto: “agli occhi degli altri sono sempre io?”. Contestualizzando poi questo quesito all’interno di una relazione, ho cercato di descrivere come l’amore può nascondere i difetti e valorizzare i pregi che riguardano noi, ma anche l’altra persona. All’inizio sembra sempre tutto rose e fiori, ma è l’abitudine che permette di assottigliare la differenza tra la realtà e la menzogna».

Segui sui social
https://www.facebook.com/OvertureRapBand
https://www.instagram.com/overture.official/?hl=it

Gli Overture sono una band di Alessandria nata nel 2018. Il gruppo è formato da Davide Boveri (classe ’97, Voce), Jacopo Cipolla (classe ’02, Basso), Andrea Barbera (classe ’97, Chitarra e Tastiere) e Giacomo Pisani (classe ’01, Batteria e Percussioni). Ogni componente della band arriva da mondi musicalmente diversi. La band parte dalle sonorità del Rap Metal per poi svecchiarle e creare un nuovo Crossover che tiene come riferimento principale il rap e la trap più moderne, nelle quali vengono inseriti i suoni funk, soul, rock e reggae. L’obiettivo del gruppo è sperimentare nuove sonorità partendo dalle esperienze musicali vicine alle sensibilità dei singoli componenti.
Debuttano nel novembre 2019 con il singolo “Fiume in piena”, traccia con variegate sonorità (reggae, rap, R’n’b) e nel gennaio successivo esce “Come godo se” che cambia completamente faccia con una produzione trap che rasenta il metal con caratteriste ossessive.
Il filo conduttore di questo suono così eclettico si trova nella stesura dei testi, scritti di getto come “vomitati”, perché affrontano sempre tematiche, sentimenti, passioni spesso scomode al nostro subconscio. Nel 2020 ottengo ottimi risultati partecipando al “Primo Maggio Next” arrivando in finale e a “Xfactor 2020” passando le prime fasi e andando a registrare le audizioni a Cinecittà/Roma. Sempre in questo periodo il loro singolo d’esordio “Fiume In Piena” viene inserito nella compilation “Compila Rockit 1.00” di Rockit.
Il nuovo brano degli Overture dal titolo “Sono come non pensavi tu” (Noize Hills Records) sarà disponibile in digitale dal 26 novembre e in radio dal 27 novembre.

Continua a leggere

Cinema

ISFF 2020: terzo appuntamento di Interferenze Short Film Festival

Pubblicato

il

ISFF
foto comunicato stampa

Continuano online le proiezioni di “ISFF” con gli altri quattro cortometraggi finalisti e relativi contenuti speciali

 

Inferenze Short Film Festival (ISFF), il festival di cortometraggi sul “pensiero complesso” e non banale, organizzato dall’associazione culturale campana “Luna di Seta” e giunto alla sua seconda edizione, è atteso per stasera, 28 novembre, con il suo terzo appuntamento, a partire dalle ore 20.00 sulle pagine Facebook ed Instagram dell’associazione “Luna di Seta” e sulla pagina Youtube della Moon Over Produzioni”

Ancora quattro i corti in gara a completare la griglia dei finalisti:

“Ifigeneia: no more tears” di George Georgakopoulos (con Sofia Sasli e Lydia Mouftoglou), “Non riattaccare” di Daniela Cenciotti (con Giuseppe Zeno e Martina Liberti), “Uonted!” di Daniele Bonarini (con Tiziano Barbini, Paolo Cristini, Luca Carbone e Francesco Giordano) e “Navan” di Attilio Facchini (con Roberto Stasolla).

A condurre, come sempre, sarà lo scrittore e regista Massimo Piccolo. Le tre giurie (tecnica, giovane e popolare) decreteranno i vincitori delle otto categorie in gara ed il vincitore assoluto della kermesse. La proclamazione avverrà domani nella puntata conclusiva.

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/11/isff-2020-seconda-giornata-di-proiezioni-per-interferenze/

Continua a leggere

Le Notizie più lette