Seguici sui Social

Cronaca Napoli

Bimbo di 6 anni guarisce da epatite C e leucemia a Napoli

PUBBLICITA

Pubblicato

il

bimbo guarisce epatite c


E’ arrivato due anni fa a Napoli dal Venezuela per curare un tumore al sangue. Ha ora sei anni e nel suo paese aveva ricevuto una diagnosi di leucemia linfoblastica acuta, una malatia a progressione rapida.

Il piccolo e’ stato affidato alle cure degli ematologi dell’ospedale pediatrico Santobono-Pausilipon che propongono, come strategia per sconfiggere la malattia leucemica recidivante, un trapianto di cellule staminali. Ma a rendere difficile l’avvio del programma terapeutico e’ la presenza di un’infezione da virus dell’epatite C, contratta dal piccolo durante le cure effettuate per debellare la leucemia, che rischia di compromettere severamente il fegato nell’immediato periodo pre- e post-trapianto di cellule staminali.

L’equipe dell’Epatologia pediatrica dell’azienda universitaria Federico II guidata da Raffaele Iorio, dato che l’utilizzo dei nuovi farmaci antivirali per l’epatite C e’ autorizzato dall’eta’ di 12 anni, con una collaborazione con il reparto di Trapianto di midollo osseo del Santobono-Pausilipon, ha avviato il complesso iter per sostenere la fattibilita’ di un trattamento farmacologico a base dell’antivirale sofosbuvir-ledipasvir. Ottenuta l’approvazione del Comitato Etico, Iorio, insieme a Fabiola Di Dato, specialista in pediatria e dottoranda di ricerca, ha contattato la casa farmaceutica, che fornisce gratuitamente il farmaco per il piccolo. Il bambino, persistentemente infetto dal virus dell’epatite C, pero’ non puo’ piu’ aspettare e il trapianto di cellule staminali effettuato. Gli ematologi del Santobono-Pausilipon decidono di operarlo, mettendo sotto il controllo del processo leucemico., mentre il virus dell’epatite C continua a replicarsi. L’equipe della Federico II interviene proprio durante il periodo buio del lockdown e il bambino inizia le sue dodici settimane di terapia. Ora sta bene e presto tornera’ in Venezuela.

LEGGI ANCHE  Napoli, in giro sullo scooter con la droga: arrestato 36enne

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Napoli, ex attore di Gomorra arrestato per droga a Scampia

Pubblicato

il

Napoli, ex attore di Gomorra arrestato per droga a Scampia.

Spaccio di sostanze stupefacenti: con questa accusa i carabinieri di Napoli hanno arrestato in fragranza di reato un uomo che da tredicenne aveva recitato nel film di Matteo Garrone ‘Gomorra’ del 2008. Salvatore Abbruzzese, 26 anni, incensurato, soprannominato Toto’ (il nome del ragazzino da lui interpretato in un episodio della pellicola) e’ stato preso dai militari subito dopo avere ceduto due dosi di sostanza stupefacente a altrettanti clienti, nella zona delle cosiddette Case dei Puffi.

LEGGI ANCHE  La roulette: uno dei giochi più antichi e prestigiosi di sempre

I carabinieri durante la perquisizione lo hanno trovato in possesso di kobret, eroina e cocaina. I suoi due clienti sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti. Prima di Abbruzzese almeno quattro, tra gli attori non professionisti scelti da Garrone per interpretare i ruoli dei malavitosi nella pellicola tratta dal romanzo di Roberto Saviano, hanno avuto guai con la giustizia.

I “clienti” di Abbruzzese sono stati segnalati alla prefettura quali assuntori di sostanza stupefacente mentre l’arrestato è stato rinchiuso in carcere in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Le Notizie più lette