Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Avellino e Provincia

Salto’ il triage creando contagi, ma per l’Asl di Avellino agi’ bene

E’ il paziente zero che fece scoppiare il focolaio all’interno dell’ospedale Frangipane di Ariano Irpino, con l’aggravante di essere un medico e per di piu’ in servizio nello stesso ospedale.

Pubblicato

in



E’ il paziente zero che fece scoppiare il focolaio all’interno dell’ospedale Frangipane di Ariano Irpino, con l’aggravante di essere un medico e per di piu’ in servizio nello stesso ospedale.

Ma per la commissione interna dell’Asl di Avellino il medico ginecologo, che nel marzo scorso accompagno’ la moglie al pronto soccorso bypassando la tenda esterna del triage Covid, ha agito correttamente, senza commettere alcun abuso. Il procedimento disciplinare e’ stato archiviato. (Rimane in piedi invece l’indagine penale che ancora pende presso il tribunale di Benevento, che sta valutando una serie di episodi avvenuti all’interno dell’ospedale Frangipane di Ariano Irpino all’inizio del marzo scorso, quando il pronto soccorso rimase chiuso per settimane, con il personale sanitario tutto in quarantena e decine di contagiati da quel momento in poi.

Alla conclusione negativa del procedimento, la commissione e’ giunta dopo aver esaminato alcune circostanze. La principale riguarda appunto la tenda del pre triage. Secondo la difesa del professionista, non sarebbe stato possibile accedervi, in quanto la struttura era stata semplicemente montata ma non era ancora operativa, mancando di personale e di strumentazione. Anche nell’assistenza prestata dall’ospedale alla moglie del ginecologo non vi sarebbe stata alcuna violazione dei protocolli di sicurezza. E dopo la positivita’ riscontrata sulla signora, il medico si sarebbe autoisolato in attesa del tampone che ne confermo’ il contagio.

Continua a leggere
Pubblicità

Avellino e Provincia

Due comuni Irpini vietano la circolazione dei minorenni

Pubblicato

in

Due comuni Irpini vietano la circolazione dei minorenni. La decisione a Quindici e ad Avella per l’aumento dei contagi.

I minorenni non potranno circolare per le strade di Quindici, in provincia di Avellino, se non per comprovati motivi e comunque dovranno essere accompagnati da un “familiare adulto”. Lo ha stabilito con un’ordinanza Eduardo Rubinaccio, sindaco del comune irpino, che entra in vigore a partire dalla mezzanotte di oggi. Il provvedimento e’ stato preso sulla scorta dei dati Asl che nella giornata di ieri hanno fatto registrare 6 contagi nel piccolo centro del Vallo di Lauro che si aggiungono ad altri quattro registrati a partire dal 3 luglio.

Una analoga ordinanza e’ stata emanata dal sindaco di Avella, Domenico Biancardi, che e’ anche presidente della Provincia di Avellino. Ad Avella sono 59 le persone contagiate a far data dal 3 luglio scorso.

Continua a leggere
Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette