Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca

Per le autorità della Colombia il cooperante napoletano Mario Paciolla si suicidò

Pubblicato

in




Per le autorità della Colombia il cooperante napoletano Mario Paciolla si suicidò.

L’esito dell’autopsia effettuata dalle autorita’ colombiane sul corpo di Mario Paciolla, il volontario delle Nazioni Unite trovato morto a San Vincente de Caguan lo scorso 15 luglio, avalla l’ipotesi del suicidio, individuando come causa della morte danni cerebrali provocati dal soffocamento. Lo riferisce il quotidiano “Semana”, spiegando che nel loro rapporto i medici della sezione di medicina legale di Caqueta’ affermano che la causa della morte “e’ data da un’encefalopatia ischemica ipossica dovuta alla compressione dei vasi sanguigni del collo pendente”.

Il rapporto indica che oltre alle ferite al collo, il cadavere presentava diversi tagli superficiali sui polsi, sottolinea che durante l’autopsia “sono state eseguite speciali dissezioni” per cercare un altro trauma nascosto che potesse spiegare la morte della vittima, ma non ne hanno trovato nessuno. I medici legali descrivono poi le ferite riscontrate sui polsi: sull’avambraccio destro Paciolla presentava cinque tagli di lunghezza compresa tra 1,3 e 3,5 centimetri e profondi tre millimetri. In quello di sinistra c’erano tre ferite di dimensioni inferiori ai 2,7 centimetri e di quattro millimetri di profondita’. Le ferite su entrambe le braccia hanno lesionato i tendini e il rapporto forense le considera autoinflitte.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Rivelazioni dalla Colombia: Paciolla ucciso per una ‘fuga di notizie’

L’Onu apre un’inchiesta sulla polizia colombiana: prove alterate sulla morte del napoletano Paciolla

“Se il lavoro investigativo esclude altre circostanze relative alle indagini sulle modalita’ di morte, questo e’ coerente con il suicidio”, si legge nel documento, che descrive inoltre diversi dettagli della scena del crimine, sui quali sta indagando in parallelo anche la Procura di Roma. Quest’ultima ha aperto un fascicolo per omicidio dopo i risultati di una prima autopsia effettuata sul campo dal medico Vittorio Fineschi. Il rapporto di autopsia riferisce infine che sono stati trovati due coltelli, una pozza di sangue, due computer – di cui uno acceso – ed un hard disk esterno, e che erano macchiati di sangue sia la felpa che la camicia di Paciolla.

Pubblicità

Caserta e Provincia

Esce dalla zona rossa, avvocato multato a Marcianise

Pubblicato

in

La Guardia di Finanza ha multato (con una sanzione da 280 euro) per allontanamento ingiustificato dalla propria abitazione un avvocato residente a Marcianise (CASERTA), comune dichiarato zona rossa dalla Regione Campania per l’elevato numero di contagi da Covid-19. L’episodio e’ avvenuto nella serata di ieri, prima giorno di chiusura; a darne notizia lo studio legale, con sede nella vicina Santa Maria Capua Vetere, dove lavora il professionista sanzionato. Questi tornava proprio dallo studio; alle 20.50 si e’ presentato ad uno dei check point, controllato dai finanzieri della locale compagnia. Il titolare dello studio, Angelo Cocozza, spiega che “a nulla sono valse le piu’ che esaustive giustificazioni fornite dal professionista che, benche’ non tenuto, esibiva gli atti ed i documenti attestanti l’esercizio dell’attivita’ forense”. In una lettera inviata al Governatore Vincenzo De Luca, al Guardasigilli Alfonso Bonafede, Cocozza ha chiesto chiarimenti circa l’autorizzazione degli avvocati a circolare nonostante la zona rossa, facendo riferimento alla nota di Almerina Bove, vice capo di Gabinetto del presidente della Regione, che appena ieri aveva confermato al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere la possibilita’ per i legali di lasciare la zona rossa per l’esercizio dell’attivita’ forense, ritenuta attivita’ essenziale. Il professionista sanzionato fara’ ricorso.

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette