Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Napoli e Provincia

Casoria e Cardito: controlli a tappeto dei Carabinieri. 2 persone denunciate. sanzioni anche per violazioni alla normativa anticovid

Pubblicato

in



Servizio straordinario dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli di Controllo del territorio tra i comuni di e . I militari della compagnia di , insieme a quelli del NAS partenopeo e del Reggimento Campania hanno identificato oltre 190 persone – molte di queste già note alle ffoo – e controllato 59 veicoli.

Non mancano le contravvenzioni al cds: 31 quelle notificate per violazioni varie come mancanza di copertura assicurativa, guida senza casco e senza la prescritta revisione.
Denunciato un 19enne di perché trovato in possesso di due pistole a salve senza tappo rosso: una bruni cal. 8 e una olimpic cal. 38, prive di cartucce. Passeggiava in strada e quando si è reso conto della presenza di una pattuglia ha provato a disfarsene, lanciandole in un’aiuola.

Stessa sorte per un 21enne già noto alle ffoo, anch’egli di . Durante una perquisizione è stato trovato in possesso di 10 dosi di marijuana, pronte per lo smercio. Dovrà rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio.
Intensi anche i controlli per il rispetto della normativa anticovid: sanzionata una paninoteca perché non esponeva la cartellonistica informativa per il contenimento della pandemia. Chiusa in via temporanea una paninoteca perché il distanziamento sociale non era rispettato al suo interno e perché rimasto aperto anche oltre l’orario consentito. Per quest’ultima violazione sospeso anche un pub, sorpreso in attività anche oltre l’orario determinato dalla norma anticontagio. Una persona è stata multata perché senza mascherina.
I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Continua a leggere
Pubblicità

Flash News

Incredibile: focolaio all’interno dell’ospedale covid di Boscotrecase, contagiati 41 tra medici e e infermieri

Pubblicato

in

Incredibile : è scoppiato un focolaio  addirittura all’interno dell’ospedale covid di Boscotrecase. Ci sono 41 contagiati tra medici e infermieri e perfino Carlo Gaudioso direttore della terapia sub intensiva risulta contagiato. I sindacati hanno chiesto di fermare i ricoveri.

 

Michele Maddaloni della Cgil e Gennaro Cesarano della Uil hanno scritto ai vertici dell’Asl Napoli 3 Sud sostenendo che “la situazione è insostenibile e per questo bisogna adottare dei correttivi sia per quanto riguarda i percorsi sporco-pulito, sia per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuali (Dpi) che dovrebbero avere una tenuta di sicurezza molto alta. Non si riesce a capire la differenza della prima ondata di marzo, dove i contagi erano stati fortemente limitati, cosa stia accadendo. Probabilmente la ricerca di ampliare i posti letto può essere una concausa nella trasmissione dei contagi, i quali si succedono a ritmi incalzanti. Occorre agire subito”.
I sindacati chiedono “un immediato blocco dei ricoveri, e una altrettanta sospensione dell’apertura di nuovi posti letto, un celere impiego di personale da arruolare anche con provvedimenti extra, considerato che il numero dei posti letto da 34 è già stato portato a più di 80 e il personale che è stato immesso in servizio non è riuscito nemmeno a compensare le uscite dei lavoratori contagiati”. La direzione dell’Asl Napoli 3 Sud ha fatto partire un’indagine interna per capre se c’è stata una falla nel sistema e come sia potuta capitare una cosa del genere in un luogo dove la sicurezza del personale dovrebbe essere al primo posto. E’ partito anche uno screening su tutto il personale con tamponi a tappeto. Operazione che si concluderà nei primi giorni della prossima settimana.

Continua a leggere

Coronavirus

391 positivi a Ercolano, 2 in ospedale

Pubblicato

in

Sono 391 i cittadini positivi a Ercolano, due dei quali ricoverati in ospedale, mentre tutti gli altri sono in quarantena domiciliare con sintomi lievi.

Inoltre, i guariti sono 43 su un totale di 2.809 tamponi effettuati a partire dall’inizio del mese di ottobre. Lo rende noto il sindaco, Ciro Buonajuto, sulla sua pagina facebook ”La situazione resta ancora preoccupante, raccomando la massima attenzione” scrive ”Non possiamo permetterci di abbassare la guardia. Vi rinnovo il mio invito a rispettare le regole, mantenendo la distanza e utilizzando la mascherina”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette