Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Acerra

Il fratello di Maria Paola si dichiara innocente: ‘Volevo solo parlare, non l’ho speronata’

Pubblicato

in



Si è dichiarato innocente , fratello di Maria Paola, la 20enne morta nella notte tra venerdì e sabato ad Acerra.

 

Il 22enne è stato ascoltato dal gip di Nola, Fortuna Basile in sede di udienza di convalida del fermo, dovendo rispondere del reato di omicidio preterintenzionale. Gaglione, assistito dall’avvocato Domenico Paolella, ha confermato di aver inseguito con il suo scooter la sorella Maria Paola ma ha spiegato che l’intento non era farla cadere e ha negato la circostanza dello speronamento come causa dell’incidente a seguito del quale la sorella è morta.

Al giudice Michele Gaglione ha raccontato che stava inseguendo la sorella perché voleva parlarle e perché voleva recuperare il rapporto spezzato con lei a seguito della relazione con Ciro, uomo trans, anch’egli in sella dello scooter con Maria Paola. Nel corso dell’inseguimento, ha proseguito, si è accorto che il mezzo a bordo del quale viaggiavano Ciro e Maria Paola è sbandato e che i due sono caduti. Il giudice si è riservato di decidere: la decisione è attesa nel pomeriggio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Morte di Maria Paola, dai social incoraggiamenti a Ciro. L’Arci Gay: ‘Erano stati minacciati di morte’ 

“Antonio non ha mai detto quella frase (“Volevo darle una lezione, non ucciderla. Ma era stata infettata da quella”, ndr), non risulta nei verbali e neppure l’ha detto quando e’ stato ascoltato la prima volta dai carabinieri. La famiglia? E’ devastata, con una figlia morta e un figlio in carcere…”. Lo ha sottolineato l’avvocato Domenico Paolella, legale di Antonio Gaglione.

L’avvocato ha fatto anche sapere che il gip Fortuna Basile, al termine dell’interrogatorio sostenuto da Antonio Gaglione davanti al pm Patrizia Mucciacito, si e’ riservata la decisione che, probabilmente, potrebbe giungere nel pomeriggio. L’avvocato Paolella ha voluto sottolineare che durante l’interrogatorio, durato quasi tre ore, si e’ fatta chiarezza “sulle imprecisioni circolate sulla vicenda”.

Continua a leggere
Pubblicità

Acerra

Nigeriano latitante catturato ad Acerra

Pubblicato

in

Mercoledì pomeriggio gli agenti del Commissariato di Acerra hanno effettuato un controllo in un’abitazione di via Virgilio ad Acerra in cui hanno sorpreso Ose Okiduwa, 22enne nigeriano con precedenti di polizia e irregolare sul territorio nazionale, destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso il 1° ottobre 2019 dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Vicenza, poiché condannato alla pena di un anno, un mese e ventisei giorni di reclusione poiché ritenuto responsabile di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti commessi nel novembre del 2018 a Vicenza.

Continua a leggere



Acerra

Afragola, bloccato dalla polizia mentre compie una rapina: arrestato

Pubblicato

in

Rione Salicelle di Afragola: 19enne arrestato per tentata rapina e porto e detenzione abusiva di armi.

Stamattina gli agenti del Commissariato di Afragola, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato in via delle Nazioni Unite, all’esterno di un esercizio commerciale, una persona con il volto travisato che stava puntando una pistola contro un addetto alla consegna di generi alimentari.
L’uomo, alla vista della volante, ha tentato la fuga minacciando i poliziotti con l’arma ma gli agenti lo hanno bloccato recuperando la pistola ed accertando che si trattava di arma giocattolo priva di tappo rosso.
L’uomo, un 19 enne acerrano, è stato arrestato per tentata rapina aggravata e porto e detenzione abusiva di armi.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette