Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Napoli e Provincia

Torre del Greco, l’area destinata al mercato utilizzata per il parcheggio dei mezzi Nu: scatta il sequestro

Pubblicato

in



I carabinieri del Noe di Napoli, hanno eseguito un sequestro preventivo per reati urbanistici ed ambientali, di un’area di circa 1000mq presso il mercato ortofrutticolo di Viale Sardegna, a , concessa dal Comune alla società “ S.r.l.”.

L’azienda è affidataria del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani, per effettuare le sole operazioni temporanee di sosta tecnica degli automezzi e di trasbordo dei rifiuti. In particolare, gli accertamenti investigativi hanno consentito di appurare che l’area sottoposta a sequestro, destinata ad attività commerciali, veniva indebitamente utilizzata dalla ditta come area di parcheggio degli automezzi aziendali, determinando, in violazione della disciplina di settore, il mutamento della destinazione urbanistica della stessa.

Gli accertamenti tecnici hanno consentito di accertare, inoltre, che il riversamento nell’area del percolato proveniente dai rifiuti presenti sul mezzi di raccolta parcheggiati sull’area sequestrata e degli olii idraulici e lubrificanti provenienti dagli stessi hanno determinato una compromissione significativa dell’area caduta in sequestro, con conseguente pericolo per la salute pubblica, anche in ragione della contiguità della stessa con l’area mercatale. Il sequestro preventivo dell’area, secondo quanto ritenuto dal GIP, si è reso necessario al fine di impedire la protrazione dei reati accertati e l’aggravamento delle conseguenze degli stessi, scongiurando la compromissione ulteriore dell’ambiente circostante. A tal fine, in esecuzione del sequestro preventivo, è stato disposto lo sgombero di tutti gli automezzi della ditta dall’area di cui trattasi e l’affidamento della stessa in giudiziale custodia al dirigente del Settore Ambiente del Comune di Torre del Greco. Il provvedimento è stato emesso dal gip del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta della locale procura

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

L’ultima sfida social: 11enne ferito mentre tenta di saltare un’auto in corsa

Pubblicato

in

11 enne ferito

L’ultima sfida social: 11enne ferito mentre tenta di saltare un’auto in corsa. Ragazzino ha una frattura a tibia e perone.

 

Un ragazzino di 11 anni e’ finito in ospedale con frattura scomposta a tibia e perone dopo un impatto contro un’auto a San Giorgio a Cremano . Sull’episodio indaga la Polizia Municipale che sta valutando anche l’ipotesi dell’ultima sfida social, quella che vede adolescenti posizionarsi in strada, attendere l’arrivo di una automobile e saltarci sopra mentre questa procede a bassa velocita’, suscitando panico nel conducente e ilarita’ tra i compagni che riprendono la scena con lo smartphone.

Il fatto – riferito dal Mattino – e’ accaduto venerdi’ pomeriggio in via Galante: una donna a bordo di un’auto avrebbe riferito ai vigili che il ragazzino e’ piombato davanti al veicolo improvvisamente, senza che lei se ne fosse accorta. Soccorso, e’ stato portato in ambulanza all’ospedale Santobono di Napoli con una prognosi di 30 giorni e frattura scomposta a tibia e perone. Giorgio Carcatella ufficiale di Polizia Municipale, delegato Usb commenta: ”c’e’ da migliorare il servizio di videosorveglianza, sono troppe le zone incontrollate” .

Continua a leggere



Cronaca

Rapina una donna trascinandola per terra: arrestato 43enne

Pubblicato

in

Carabinieri arrestano 43enne dalla sua auto aveva rapinato una donna trascinandola per diversi metri.

I Carabinieri della Tenenza di Caivano hanno arrestato Giulio Sgherzi – 43enne di San Nicola La Strada già noto alle forze dell’ordine – in esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip del Tribunale di Napoli Nord, su richiesta della locale procura.

Il 43enne è ritenuto gravemente indiziato dei delitti di rapina e lesioni commessi ai danni di una donna 40enne. A bordo della sua auto ha afferrato in corsa lo zaino che la donna portava a tracolla, trascinandola per alcuni metri e procurandole lievi ferite.

Grazie all’analisi delle immagini di videosorveglianza i militari hanno individuato la targa del veicolo e tracciato il suo percorso. Finito in manette, Sgherzi è ora in carcere.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette