Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cava de Tirreni

Cava de’ Tirreni; picchia e rapina la ex compagna: arrestato

Pubblicato

in



Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato L. V. quarantottenne, de’ Tirreni, responsabile di rapina aggravata, con l’ulteriore aggravante prevista dall’art. 71 del D.L.vo 6.12.2011 n. 159, in quanto commessa da persona sottoposta alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno.

In particolare, gli Agenti del Commissariato di P. S. di Cava de’ Tirreni sono intervenuti a tutela di una donna, aggredita con uno sgabello e rapinata del telefono dal compagno, L. V., presso un’abitazione del rione Gescal di Cava de’ Tirreni.
Contemporaneamente gli Agenti dello stesso Commissariato effettuando un controllo nelle strade viciniori, riuscendo a rintracciare il L. V. che si era nel frattempo allontanato con una bicicletta.
Gli Agenti hanno ricostruito la dinamica dell’aggressione subita dalla donna, picchiata violentemente dal compagno che la privava del reddito di cittadinanza di cui lei è titolare, sottraendole la relativa “card”, e lasciandole solo un residuo della mensilità, mentre il resto gli veniva prelevato dal convivente a sua insaputa.
Alle richiesta di spiegazioni da parte della donna di questo ammanco, l’uomo reagiva con violenza offendendo e colpendo la compagna con pugni alla testa ed al corpo.

La donna ha tentato di telefonare al 112 col suo telefono cellulare ma il L.V. glielo strappava violentemente da mano, infilandoselo nei pantaloni. Il compagno ha quindi colpito la donna con uno sgabello in legno per poi fuggire. La donna è stata soccorsa con autoambulanza e curata presso il pronto soccorso dell’ ospedale di Cava de’ Tirreni ove le venivano refertate alcune contusioni. Gli Agenti del Commissariato hanno rintracciato l’uomo e recuperato il telefono della donna.
Pertanto L.V. è stato tratto in dalla Polizia di Stato per rapina aggravata, con l’ulteriore aggravante dell’ essere sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale con l’ obbligo di dimora.
Informato il P.M. di turno presso il Tribunale di Nocera Inferiore, l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Salerno a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria.

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Napoli, emessi 11 daspo per sicurezza nelle manifestazioni sportive

Pubblicato

in

Napoli, emessi 11 daspo per sicurezza nelle manifestazioni sportive

Due provvedimenti di divieto di accesso a manifestazioni sportive per 5 anni, due per periodi da 2 a 3 anni e 7 per un anno: è quando emesso oggi dal questore di Napoli. I primi vanno a limitare la libertà di due persone già destinatarie di Daspo, che pronunciarono frasi razziste allo stadio Menti di Castellammare di Stabia contro un calciatore della Cavese nel 2019, e che ora avranno anche l’obbligo di firma.I secondi due provvedimenti sono stati emessi per due persone condannate per reati in materia di stupefacenti e concorso esterno in associazione mafiosa con frode in competizioni sportive (con l’aggravante dell’agevolazione di associazione camorristica).Gli ultimi sette provvedimenti vanno invece a colpire altrettante persone che erano state trovate allo stadio Vallefuoco di Mugnano di Napoli con oggetti atti a offendere nascosti nelle proprie auto.

 

Continua a leggere



Cava de Tirreni

Inseguì il suo vicino fino in chiesa e lo accoltellò: arrestato 52 enne

Pubblicato

in

dè Tirreni. Inseguì il suo vicino fino in chiesa e lo accoltellò: arrestato 52 enne. Deve scontare oltre cinque anni di carcere.

 

Gli agenti della Polizia di Stato di Cava de Tirreni hanno eseguito l’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore nei confronti di L.g., classe 1968, residente nella provincia di Salerno, condannato ad espiare la pena di cinque anni e quattordici giorni di reclusione. Il provvedimento è stato emesso a seguito della pronuncia di rigetto del ricorso in Cassazione avverso la sentenza della Corte d’Appello di Salerno, che già aveva condannato l’uomo.

Infatti, il destinatario della misura, L.g. , si era reso responsabile nel 2015 dei reati di tentato omicidio, lesioni aggravate, porto di armi, resistenza e violenza a p.u., nell’ambito di una violenta aggressione ad un uomo, in Cava de’ Tirreni.

In particolare, il soggetto, destinatario dell’ordine di carcerazione, aveva all’epoca dei fatti aggredito un suo vicino di casa, in Cava de’ Tirreni, colpendolo con un coltello ed una noccoliera. Il malcapitato aveva trovato rifugio in una chiesa, mentre il suo aggressore tentava ancora di aggredirlo, fino all’arrivo degli agenti che intervenivano tempestivamente ed arrestavano l’autore del reato, L.g., che, nell’occasione, si rendeva responsabile anche di resistenza e violenza nei confronti degli agenti intervenuti.

Gli agenti del Commissariato di Cava de Tirreni hanno oggi dato esecuzione all’ordine di carcerazione nei confronti del L.g., che è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria ed associato presso la Casa Circondariale.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette