Napoli. Crisi delle strutture ricettive dopo l’emergenza Covid: la tassa di soggiorno sarà versata dalle strutture con cadenza trimestrale.

La giunta comunale di Napoli ha approvato, con delibera di proposta al Consiglio comunale a firma dell’assessore al Bilancio Enrico Panini, una modifica al regolamento comunale sull’imposta di soggiorno, introducendo la cadenza trimestrale (e non mensile, come precedentemente deliberato) delle dichiarazioni e i relativi versamenti al Comune dell’imposta di soggiorno delle strutture ricettive.
Un atto che conferma “un impegno assunto durante la fase più acuta della pandemia” da Covid-19. “Vista la grande crisi che sta affrontando il settore alberghiero ed extralberghiero a causa dell’inevitabile assenza di turisti che si protrae ormai da quattro mesi in città, con questo allungamento delle scadenze vogliamo semplificare gli adempimenti, andando incontro alle esigenze più volte rappresentate dalle strutture ricettive, oggi in grande difficoltà nel percorso di ripartenza delle attività”, ha detto il vicesindaco Panini.



Pubblicità'

Clan Lo Russo, il Comune di Napoli si costituirà parte civile al processo contro gli esponenti della cosca

Notizia Precedente

Caserta, molestò sette allieve minorenni: condannato titolare del maneggio

Prossima Notizia